di Valerio Papadia. Triste episodio di razzismo in una scuola di Pisa. Secondo quanto riportato da Il Tirreno, una ragazzina di 14 anni sarebbe stata la destinataria di alcune lettere contenenti insulti razzisti. 

banchi di scuola

C’è un confine, nemmeno troppo sottile, oltre il quale uno scherzo, una bravata adolescenziale, si trasforma in bullismo, prevaricazione. È quanto accaduto in un istituto tecnico di Pisa, nel quale una quattordicenne di origini senegalesi è stata la destinataria di alcune lettere contenenti insulti razzisti.

“Non si è mai vista una negra che prende 10 in diritto”, è una delle tante frasi – come riporta Il Tirreno che si sta occupando della vicenda – indirizzate alla ragazzina nell’ultima lettera, la sesta dall’inizio del mese di aprile ad oggi. Non è la prima volta che la studentessa è oggetto di intimidazioni. Sembra, dalle prime indiscrezioni, che già in passato alcuni suoi compagni di classe le avrebbero danneggiato libri e quaderni.

A denunciare la vicenda è stato il padre della ragazzina che, coadiuvato anche dal personale docente, ha provato ad avere un confronto con i compagni di sua figlia, ricevendo in tutta risposta soltanto omertà ed indifferenza.

Pronunciandosi sull’accaduto, il preside dell’istituto ha assicurato che la vicenda non sarà minimizzata e che i responsabili, una volta individuati, saranno puniti duramente, perfino con la bocciatura.

Nel frattempo, sul sito e sui profili social de Il Tirreno, sono tanti i messaggi di solidarietà nei confronti dell’ennesima vittima di un’intolleranza ancora troppo radicata, figlia di un’ignoranza che non conosce confini territoriali né, purtroppo, anagrafici.

(foto dal web)