Un 40enne newyorkese ha fondato nel 2012 un’associazione, “It’s from the sole”, che raccoglie e dona scarpe nuove e seminuove ai clochard della Grande Mela. di Mario Parisi

mcdonnell

“Con queste scarpe ed il vostro aiuto, insieme stiamo contribuendo a fare di New York un posto migliore”. Potrebbero bastare anche queste poche parole ad Andre McDonnell per spiegare al meglio la sua missione e quella dell’associazione da lui fondata, “It’s from the sole”, che si occupa da quasi quattro anni di raccogliere e donare scarpe ai senzatetto della Grande Mela.

Il sogno di “It’s from the sole” nasce nel 2012: McDonnell incontra in un parco della metropoli americana un clochard a piedi nudi e gli offre le sue scarpe da ginnastica. Da qui l’idea dell’associazione prende forma nella sua testa e poco dopo diventa realtà.

Il 40enne newyorkese comincia allora a raccogliere scarpe nuove e seminuove, che lui stesso provvede a lavare ed accomodare al meglio, per donarle ai bisognosi, postando puntualmente sulla pagina Facebook dell’associazione una foto scattata al momento della consegna per coinvolgere i donatori ed incoraggiare altre persone a seguirne l’esempio.

Fino ad oggi McDonnell e il suo team di volontari hanno distribuito oltre 8000 paia di scarpe ai senzatetto, soprattutto in quello che il fondatore di “It’s from the sole” definisce il ‘triangolo dell’amore’, compreso in tre tra le aree più colpite dalla povertà a New York City: Port Authority, Grand Central Station e Union Square Park.
“Abbiamo percorso tanta strada in quasi quattro anni, ma con oltre 67000 senzatetto a New York ed un numero incalcolabile a livello nazionale, cè ancora un sacco di lavoro da fare”, si legge sul sito dell’associazione (http://www.itsfromthesole.org).