Antichi borghi, castelli medievali, panorami mozzafiato e paradisi naturali: ecco la lista dei 20 paesi più belli d’Italia, uno per regione, stilata da Skyscanner per il 2015. di Mario Parisi

Atrani

20 paesi, i più belli d’Italia, uno per regione. Antichi borghi, castelli medievali, panorami mozzafiato e paradisi naturali: tutto questo è molto altro nella classifica stilata da Skyscanner per il 2015.

Il noto portale internazionale di ricerca viaggi ha preso in considerazione i paesi con una popolazione inferiore ai 16mila abitanti, che avessero una storia e un borgo ben conservato, e che esprimessero nel migliore dei modi le caratteristiche architettoniche e del paesaggio della regione di appartenenza, tenendo conto di commenti e messaggi inviati dagli utenti.

NORD – L’analisi di Skyscanner parte dal Piemonte con Serralunga d’Alba, un piccolo comune in provincia di Cuneo di poco più di 500 abitanti, famoso per il suo vino, sovrastato da un particolare castello medievale e circondato da colline ricoperte di vigneti. Si prosegue con Fenis, in Valle d’Aosta, molto famoso per il suo affascinante castello, dichiarato monumento nazionale. Spostandosi in Lombardia è il turno di Porto Ceresio, comune in provincia di Varese vicinissimo alla Svizzera, posto sul Lago di Lugano e immerso tra il verde e le montagne. E’ in Liguria, a pochi chilometri dal confine con la Francia, che si trova invece Dolceacqua, caratterizzato dal ponte romanico e dal castello, diventati soggetti di alcuni dipinti del Monet nel 1884. Nel versante nord-orientale, poi, sul Lago di Garda troviamo Nago-Torbole in provincia di Trento e Brenzone sul Garda in provincia di Verona. E’ conosciuta, invece, come la città stellata per la sua particolare pianta poligonale a stella con 9 punte, Palmanova, comune situato in Friuli Venezia Giulia, in provincia di Udine, monumento nazionale dal 1960. Chiude il panorama settentrionale Bobbio, lo storico borgo di origine romana ai piedi degli appennini piacentini in Emilia Romagna.

CENTROAnghiari, in provincia di Arezzo, è senza dubbio tra i borghi più belli d’Italia. Situato nella Valtiberina toscana, è famoso per le sue case in pietra che si colorano di rossastro al tramonto. Altro borgo di tutto rispetto è Offagna nella Marche, famoso per la sua Rocca, uno dei più importanti castelli di Ancona. Sorge in Umbria, in provincia di Perugia, Spello, molto conosciuto per il suo straordinario olio extravergine d’oliva e per alcune feste folcloristiche come L’Infiorata. Ha molto a che fare con l’olio anche Loreto Aprutino, in Abruzzo, il cui nome fa riferimento all’Aprutino Pescarese, un pregiato olio di oliva DOP prodotto in quella zona. Non ha bisogno di molte presentazioni, invece, Sperlonga, fiorente località turistica laziale. A chiudere il cerchio è Venafro in Molise, la cosiddetta “città  delle 33 chiese”, che può vantare un centro storico davvero unico.

SUDAtrani, in Campania, è il più piccolo comune italiano per superficie (0,12 km quadrati). E’ stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. Si trova in provincia di Potenza, in Basilicata, Brienza, il cui borgo antico si sviluppa tutto intorno al Castello Caracciolo, di origine medievale. Morano Calabro, in provincia di Cosenza, è uno dei principali centri del Parco Nazionale del Pollino ed è stato inserito nella lista delle destinazioni europee del progetto EDEN della Commissione Europea.  E’ il paese delle 146 contrade dai nomi particolarmente curiosi e caratteristici Locorotondo, in provincia di Bari, il cui nome richiama appunto la forma del centro storico, un insieme di piccole case bianche disposte in cerchi concentrici.

ISOLE Caltabellotta è una località antichissima nell’entroterra della provincia di Agrigento, abbarbicata su dei picchi montuosi e nota per i suoi resti archeologici greci e romani. In Sardegna, invece, troviamo Bosa, splendida cittadina adagiata sull’estuario del fiume Temo.