di Federico Facello. Con il successo sulla Svezia, Buffon e compagni conquistano con un turno di anticipo la qualificazione agli ottavi di finale di Euro 2016. Riscatto del Belgio che travolge l’Irlanda per 3-0.

italia e belgioL’Italia di mister Conte conquista con un turno di anticipo il primo posto del Girone E ed ottiene il pass per gli ottavi di finale.

Gli azzurri, che non vincevano le prime due partite di una fase finale di un Europeo o di un Mondiale dal lontano 2000, superano la Svezia negli ultimi minuti grazie ad una “perla” di Eder al termine di una gara davvero molto tattica che ha visto un primo tempo senza emozioni e senza neppure un tiro in porta da ambo le parti ed una ripresa che si è vivacizzata soltanto nel finale grazie anche ai cambi in corso di mister Conte.

L’Italia riesce anche ad andare contro la cabala e contro la superstizione in un Venerdì 17 Giugno, vince con Eder (numero 17) che segna il gol decisivo quando mancavano 17 minuti alle 17.00, insomma da oggi in poi il “17” sarà un numero meno “sfortunato” di quel che si possa pensare.

La partita ha visto Antonio Conte confermare per dieci undicesimi la squadra che aveva vinto al debutto contro il Belgio, con la sola eccezione di Florenzi al posto di Darmian, un match molto ostico con la Svezia che, specialmente nei primi 45’ di gioco, ha avuto superiorità di campo e di possesso palla pur senza creare alcun pericolo alla porta difesa da Buffon.

Nella ripresa l’Italia ha fatto qualcosa in più per ottenere i tre punti, grazie anche all’ingresso di Zaza al posto di un insufficiente Pellè, sfiorando dapprima il vantaggio con Parolo che di testa colpiva una clamorosa traversa e trovando, quindi, al 88’ il gol-qualificazione con Eder che, servito da un assist aereo dello stesso Zaza, controllava palla al limite dell’area, saltava un paio di avversari e batteva con un bel destro a giro un incolpevole Isaksson.

Tre punti che sanciscono così non solo la qualificazione al turno successivo ma anche la certezza matematica di chiudere al primo posto il Girone, grazie alla vittoria del Belgio sull’Irlanda.

Un primato che, riempie si di soddisfazione, ma che visti i possibili incroci dagli ottavi in avanti lascia un po’ di rammarico, mai come in questa circostanza, forse, il secondo posto avrebbe permesso agli azzurri di finire dalla parte opposta del tabellone ed avere, almeno sulla carta, avversari più abbordabili.

Nel secondo match del Girone E, il Belgio, dopo il ko contro l’Italia, non poteva più commettere passi falsi e doveva a tutti i costi cercare i tre punti contro l’Irlanda.

La gara non ha praticamente avuto storia, con i “diavoli rossi” fiamminghi che sin dalle prime battute cercavano la via del gol non trovandola però per sfortuna o imprecisione dei propri attaccanti.

Il primo tempo, nonostante la supremazia belga, terminava così sullo zero a zero.

La ripresa portava però subito al meritato vantaggio fiammingo con Lukaku che, finalmente, trovava la via del gol al 48’, l’Irlanda non riusciva a reagire e subiva, dapprima lo 0-2 con Witsel quindi il colpo del definitivo 0-3 ancora con Lukaku, doppietta per lui.

Le ultime due gare del girone che si terranno Mercoledì 22 Giugno alle 21.00 vedranno l’Italia affrontare la Repubblica d’Irlanda, con un previsto ampio turnover tra le file azzurre, ed il Belgio che se la vedrà con la Svezia per conquistare il secondo posto e la certezza, matematica, della qualificazione, senza dover rischiare di aspettare un possibile ripescaggio come una delle migliori quattro terze dei sei gironi di Euro 2016.