di Federico Facello. Primi verdetti definitivi da Euro 2016, nel Girone A passa la Francia, padrone di casa, come prima, la Svizzera come seconda, l’Albania con il successo sulla Romania finisce terza e spera nel ripescaggio.

Girone A2Francia e Svizzera agli ottavi, Albania che spera nel “ripescaggio” e Romania eliminata, questi i verdetti del Girone A di Euro 2016.

Nella sfida tra i padroni di casa transalpini e gli elvetici, obiettivo primario era quello di non farsi del male a vicenda, alla Francia va benissimo il pareggio che le regala il primato nel girone ed un calendario di qui in avanti, escluse sorprese, molto agevole, la Svizzera, riscatta il clamoroso ko del Mondiale brasiliano (2-5), tenendo testa a una delle principali candidate per la vittoria finale e dimostrando di contare su un ottimo collettivo.

Partita, questa, nel complesso davvero divertente, nonostante lo 0-0 finale, con la Francia che, forse, avrebbe meritato qualcosa in più visto la mole di gioco espressa durante i 90’ minuti di gioco.

Ottima la prova dello “juventino” Paul Pogba, al centro anche di trattative di mercato, che, finalmente, prende la squadra sulle spalle con giocate di alta classe andando anche più volte vicino alla rete, colpendo, dapprima una traversa grazie anche alla complicità di un intervento non perfetto di Sommer, quindi stampando sull’incrocio dei pali una grandissima conclusione dalla distanza al termine di una bella azione personale.

Per i “galletti” padroni di casa, nel corso della seconda frazione, terzo legno della serata colpito dal neo entrato Payet che, al volo, dopo una splendida discesa di Sissoko, vedeva infrangersi sulla traversa la palla del possibile vantaggio.

Al triplice fischio finale dell’arbitro sloveno Skomina, la Francia festeggia il primo posto che la proietta, di conseguenza, all’ottavo di finale di Domenica 26 Giugno contro una delle migliori terze (in questo momento ci sono buone possibilità di incontrare l’Irlanda del Nord), mentre la Svizzera aprirà gli ottavi di finale il giorno prima contro la seconda classificata del Girone C (in questo momento quanto mai incerto con Germania e Polonia a pari punti in vetta alla classifica).

Nella seconda gara del Gruppo A, giocata in contemporanea come avverrà per tutte le partite finali di ciascun gruppo, l’Albania del “nostro” coach Giovanni De Biasi, riesce nell’impresa di vincere la prima gara della sua storia al debutto ad una Fase Finale di un Europeo e di sognare il passaggio del turno come una delle migliori quattro terze ripescate.

Eroe della serata Armando Sadiku che su cross di Memushaj, a due minuti dall’intervallo, sfruttando un’ indecisione in uscita di Tatarusanu, porta in vantaggio i suoi.

Nella ripresa la reazione della Romania è vemente, non avendo più nulla da perdere, e produce un forcing costante nella metà campo avversaria, sfiorando il gol del pari con Andone che, a un quarto d’ora dalla fine, colpisce la traversa a Berisha battuto.

Il finale è tutto di sofferenza per l’Albania che, però, riesce a resistere ed a portare in porto un successo che potrebbe, si devono attendere i risultati degli altri Gironi, proiettarla negli ottavi di finale di Euro 2016, un risultato, questo, quasi impensabile da raggiungere ad inizio manifestazione.