Aprile 11, 2021

FUTURA MEMORIA

aLe ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Le MINI del film di lavoro italiano del 2003 sono le prime MINI elettriche al mondo

I fan del film, che è un remake del film del 1969 con lo stesso nome, potrebbero già esserne consapevoli. Ma per chi si è divertito, ma non ha mai dovuto scavare in secondo piano, sarebbe stata una piacevolissima sorpresa: le MINI nella foto erano elettriche. Beh, non sempre, non tutte, ma le tre MINI sono state create appositamente per portare il via libera alla metropolitana di Los Angeles.

È per gentile concessione del Trivin Theatre Club e Driver: Una delle scene più importanti del film è quando tre auto Cooper S R53 scendono le scale nei tunnel sotterranei, i produttori devono ottenere versioni elettriche dei veicoli. A causa delle scintille, le autorità non hanno permesso che fossero filmate sul posto.

Come accennato in precedenza, i fan irriducibili del film potrebbero avere familiarità con questo perché non è una novità. Direttore F. Gary Gray ne ha parlato nel 2013, quando ha confermato che delle 32 mini personalizzate che hanno usato per il film, tutte avevano treni a trazione elettrica per tre display sotterranei.

“Non ci lasceranno girare nei tunnel con macchine con motori a combustione interna. Così ho detto:” Bene, fantastico, prenderemo i mini elettrici, andrà tutto bene “. Abbiamo chiamato la BMW e non c’erano mini elettrici, hanno detto di no “, ha detto. Ha spiegato come si vede nel video qui sotto.

Il coordinatore dei trasporti John Carpenter ha lavorato alla conversione delle MINI in elettricità, che è stato un grande successo. “Le uniche mini elettriche al mondo” Gray ha detto. “Questo è uno dei miei momenti preferiti con Minis. Voglio dire, non puoi immaginare un’auto diversa dalla Mini che fa questa acrobazia. “

Inoltre, gli attori stavano guidando mentre rotolavano le scale del tunnel e non è stato utilizzato alcun trucco CGI. Ora ti senti come un re-tracking di un lavoro italiano.

READ  Leonardo rinvia l'IPO USA, abbassa del 6% la partecipazione nel Consiglio di Sicurezza italiano