AEG richiede la certificazione di vaccinazione in tutti i teatri degli Stati Uniti

In una delle dichiarazioni più forti mai fatte da un attore leader a sostegno della politica a favore della vaccinazione nell’industria della musica dal vivo, AEG Presents, la seconda più grande azienda live del paese, ha annunciato la necessità della certificazione del vaccino. Per i possessori di biglietto e l’equipaggio, ovunque sia di proprietà o gestito negli Stati Uniti.

“Come leader di mercato, siamo giunti alla conclusione che dobbiamo prendere una posizione reale sullo stato del vaccino”, ha affermato Jay Marciano, COO e CEO-CEO di AEG Presents. Alcune settimane fa, eravamo ottimisti su dove stavano andando la nostra attività e il nostro paese. La variazione delta, unita alla riluttanza al vaccino, ci spinge indietro nella direzione sbagliata. Riteniamo che alcune persone possano vederlo come una mossa drammatica, ma è giusto. Sappiamo che potrebbero esserci degli sconti anticipati, ma alla fine della giornata, sono fiducioso che saremo dalla parte giusta della storia e faremo del nostro meglio per artisti, fan e operatori dello spettacolo dal vivo. . “

Marciano ha aggiunto: “La nostra speranza è che la nostra posizione attiva incoraggi le persone a fare la cosa giusta e a farsi vaccinare”. “Abbiamo già avuto brutte notizie sul Jazzfest questa settimana; penso che tutti possano essere d’accordo sul fatto che non vogliamo più andare ai concerti. Questo è il modo migliore per evitare che ciò accada”.

L’elenco delle località interessate include Roxy e L Ray a Los Angeles, Webster Hall e Brooklyn Steel a New York e Resorts World Theatre a Las Vegas. Molti festival rientrano nel sistema AEG, molti dei quali sono già stati cancellati quest’anno, tra cui Coachella, Firefly, Day N Vegas, New-Orleans Jazz e Traditional Festival.

READ  Mona Margaret Poles, Italian Studies | Stili di vita

L’AEG afferma che la politica sarà pienamente attuata entro il 1 ottobre. Fino a tale data, ti sarà permesso di inserire il certificato di vaccino o il test Govt negativo entro 72 ore. “Questa data è stata scelta appositamente per dare ai titolari di biglietti per immigrati non ammissibili e al personale il tempo per raggiungere lo stato di vaccinazione”, afferma la nota.

“Le regole di alcuni stati potrebbero violare il nostro mandato”, ha affermato Shawn Drell, COO e consigliere generale di AEG. Una posizione forte nei vaccini può avere un impatto. Il messaggio che vogliamo lanciare è semplice e chiaro: l’unico modo per essere il più sicuri possibile è vaccinare tutti. Ci auguriamo che altri che non sono ancora pronti a prendere questo impegno completo seguano le nostre orme.

Live Nation, la migliore compagnia di musica dal vivo, ha fino ad ora avuto una politica meno rigida, annunciando che gli spettacoli selezionati richiederanno la certificazione di vaccinazione o l’ultimo test governativo come fattore nella scelta dei singoli artisti.

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *