Alan Estrada riceve un applauso al musical “Today I Can’t Get Up”

Città del Messico. Il ritorno di Alan Estrada al musical “Today I Can’t Get Up” è stato adorabile. Ieri sera, l’attore ha dato la sua prima esibizione a otto giocatori nei fine settimana, dove darà ancora una volta vita a Mario, il protagonista della storia.

La terza chiamata è stata fatta e le luci del centro culturale Teatro II si sono spente, lasciando il posto al numero di apertura della musica, mentre la banda si esibiva e Mario appariva sul palco per la prima volta.

Sul balcone è apparso Estrada e subito si sono sentiti gli applausi e le grida del pubblico, a cui anche lo YouTuber ha risposto con un sorriso.

Durante lo spettacolo, il resto del protetto è rimasto Alan, che avrebbe sostituito Yahr; E hanno avuto gesti di complicità con lui, ma l’attore ha dimostrato di avere un’ottima memoria e abbastanza esperienza per imparare di nuovo la coreografia, i dialoghi e le battute pittoresche in pochi giorni, dando un altro ritmo ed energia al montaggio.

Un grido di emozione

Nella parte finale del musical, quando il personaggio di Mario ha tenuto un piccolo soliloquio davanti al pubblico, nella sua già caratteristica giacca rossa, la gente si è alzata, ha applaudito e ha iniziato a gridare il suo nome all’unisono, causando lacrime di emozione ad Alan. Metti in pausa il gioco per goderti il ​​momento.

Rogelio Suarez, che ha interpretato il ruolo di Chacas dal 2006, ha detto quando lo spettacolo è stato mostrato per la prima volta. in Messico.

Estrada ha ringraziato ancora una volta il pubblico per gli applausi e si è detto molto felice di vedere così tante persone che hanno percorso con loro il percorso di questo musical nel corso degli anni, oltre ad assicurarsi che questo lavoro creato da Nacho Kano sia molto importante per lui . Lui perché ha cambiato vita, come tanti attori che hanno partecipato al progetto.

READ  Cannes 2021: Mylene Farmer abbaglia in un abito corsetto, la sua figura perfetta fa scalpore!

“Sono felice di far parte di un attore così meraviglioso, che mi ha accolto con tanto amore, e ho già avuto l’opportunità di baciarne alcuni”, ha detto Estrada, alzando lo sguardo e tenendo la mano di Maria Leon, chi era con lui. In concomitanza con questo montaggio nel 2014 – non con gli altri, grazie davvero, sono stati incredibili e penso che ci abbiano regalato una notte magica, se l’artista fosse stato come il suo pubblico, oggi saremmo stati fischi…”.

La serata si è conclusa con un ringraziamento ad Alan Yahr, per avergli prestato il ruolo per due settimane, e la compagnia lo ha abbracciato la sera in cui ha contribuito a crearlo.

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *