Ballando coi lupi: come Kevin Costner ha salvato la vita del suo amico sceneggiatore

In onda questa sera su Arte, “Balla coi lupi” dalla sua uscita nel 1991 è diventato un classico del cinema americano. Un capolavoro che dobbiamo anche a Michael Blake, sceneggiatore del film e amico di Costner, che ha scritto la sua sceneggiatura in Pain.

AMLF

Portato a debita distanza da Kevin Costner la cui prima produzione, Dance with the Wolves, andata in onda su Arte domenica 29 agosto, è diventata un grande classico del cinema americano sin dalla sua uscita nel 1991.

Un trionfo teatrale, il film ha vinto sette Academy Awards, incluso quello per la migliore sceneggiatura non originale per lo sceneggiatore Michael Blake. Un premio più che meritato per la persona coinvolta, purtroppo scomparsa nel 2015 all’età di 69 anni.

Blake era un vecchio amico di Costner. Si sono conosciuti nel 1981. Trasferitosi a Los Angeles alla fine degli anni ’70, Blake ha lottato per guadagnarsi da vivere vendendo i suoi script. Avrebbe dovuto aspettare fino al 1983 e l’uscita di Stacy’s Knights, in cui recitava Costner, per vedere finalmente una delle sue sceneggiature sul grande schermo.

La loro relazione crebbe con l’aumentare della fama di Costner. Nel tentativo di aiutare il suo amico, Costner organizzò diverse date di successo a Hollywood per Blake, ma non arrivò nulla di positivo; Tanto più che gli echi di queste varie interviste sono tornati alle orecchie vigili di Costner non hanno dipinto un’immagine luminosa del suo amico, che si trovava complicato e difficile. “L’ho mandato a fare molti lavori e tutto quello che ho sentito in cambio è stato che faceva incazzare tutti” Ricorda anche Costner, racconta la storia nello show Il Graham Norton Show nel 2016.

La tensione sale…

READ  FOTO Geraldine Maillet "finalmente" condivide uno scatto di vacanza con il fidanzato Danielle Riolo

Tuttavia, la tensione tra i due è diventata fisica: “Ha superato la linea rossa con un mio amico, e non so esattamente cosa sia successo, ma l’ho incollato sul muro. E gli ho detto: puoi smettere di mettere tutto? Smetti di scrivere materiale di 120 pagine Se vuoi davvero scrivere, scrivere qualcosa composto da 88 pagine, o 888! Mi sono reso conto che glielo stavo dicendo quando la mia mano era su di esso. […] Ho pensato che in quel momento fosse la fine della nostra amicizia”.

Logicamente scosso, Blake gli chiese lo stesso se poteva stare con il suo amico in modo da poterlo ospitare; Costner approvato. Desideroso di dedicarsi al 100% alla sceneggiatura, Blake non poteva nemmeno permettersi l’affitto…

Passarono quasi due mesi, poiché Blake usciva a malapena dalla sua stanza, scrivendo incessantemente, e faceva persino alcune letture di ciò che aveva scritto per la figlia di Costner. Ma la moglie dell’attore finisce per chiedere a Blake di uscire di casa. Kevin ha chiesto con riluttanza al suo amico di andarsene.

Blake lasciò l’ultima sceneggiatura che aveva scritto alla sua scrivania e si trasferì in Arizona, dove trovò lavoro come subacqueo in un ristorante cinese. A quel tempo, il miserabile era un senzatetto. Sebbene Costner gli abbia mandato dei soldi, Blake continuava a chiedergli se avesse letto il testo che gli aveva lasciato.

A causa dell’insistenza, Costner ha finito per conformarsi e alla fine ha letto la sceneggiatura: Era da ballando con i lupi. “Non sono mai stato così orgoglioso di qualcuno” Codardo, Costner si è trasferito nello spettacolo.

Spero che la battaglia per mettere insieme il film sia appena iniziata. All’epoca, nessun produttore di Hollywood scommetteva su un’icona occidentale; Un genere ampiamente considerato come morte e avvelenamento da botteghino.

READ  Laurence Boccolini succede a Nagoi nell'animazione per France 2

All’epoca, Kevin Costner e il produttore del film, Jim Wilson, suggerirono a Blake di trasformare la sua sceneggiatura in un romanzo e di pubblicarla, prima di riformularla per un adattamento per il grande schermo.

Il libro è stato venduto per la prima volta nelle librerie dell’aeroporto e presto è diventato un bestseller. Costner è riuscito a ottenere i diritti per modificare il libro del suo vecchio amico, ma ha anche dovuto mettersi una mano in tasca per convincere i realizzatori a fare un film che quasi nessuno voleva. Il resto ormai è storia…

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *