Blinken cancella e sostituisce il tweet in cui promette che gli Stati Uniti sosterranno il popolo di Hong Kong.

Il segretario di Stato Anthony Blinken ha cancellato un tweet che sembrava criticare il governo cinese e mostrava il sostegno degli Stati Uniti al popolo di Hong Kong, scegliendo invece di pubblicare un tweet meno incisivo.

Il messaggio originale, condiviso dall’account Twitter di Blinken, recitava: “Pechino deve consentire di ascoltare le voci di tutti i residenti di Hong Kong. L’esclusione dei membri del consiglio provinciale da parte della Repubblica popolare cinese indebolisce solo la stabilità politica e sociale a lungo termine di Hong Kong. “Siamo al fianco del popolo di Hong Kong e continuiamo a difendere i diritti umani e le libertà fondamentali”.

La Francia richiama i suoi ambasciatori negli Stati Uniti e in Australia in risposta alla carta AUKUS per i sottomarini nucleari

Il tweet di Blinken è arrivato dopo che la Cina si è mossa per licenziare sette consiglieri pro-democrazia due giorni dopo aver fornito informazioni per aiutare a determinare se il loro giuramento era corretto.

Dopo che il tweet è stato cancellato, lo stesso account ha in seguito rilasciato un altro tweet che diceva: “L’esclusione da parte della Repubblica popolare cinese di sette membri del consiglio provinciale pro-democrazia mina la capacità del popolo di Hong Kong di partecipare al proprio governo. I governi devono servire il persone che rappresentano. Una rappresentanza ridotta va contro lo spirito della Legge fondamentale di Hong Kong”.

Quando è stato contattato da Fox News per ottenere una dichiarazione in merito alla decisione di eliminare il tweet originale, un portavoce del Dipartimento di Stato ha insistito sul fatto che il tweet originale “doveva provenire dal portavoce”.

READ  La Melbourne australiana esce dal blocco COVID-19 ma rimangono alcune restrizioni

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

“Il team che gestisce l’account Twitter del Segretario ha inviato per errore un tweet che doveva provenire dal portavoce. Abbiamo corretto questo bug e twittato da entrambi gli account, parlando della squalifica delle autorità di Hong Kong per i membri dei consigli locali pro-democrazia”, ha detto il portavoce…

Inoltre, il portavoce ha insistito sul fatto che il tweet non è stato cancellato a causa di “preoccupazioni politiche”.

“I suggerimenti che questo cambiamento amministrativo sia stato motivato in parte da preoccupazioni politiche sono chiaramente errati. I tweet affermano – in parole e significati – che gli Stati Uniti sono dalla parte del popolo di Hong Kong. Esortiamo la Repubblica popolare cinese a consentire al popolo di Hong Kong a partecipare in modo significativo alla loro governance”.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *