Bosch fornisce a Nikola la tecnologia per i camion a idrogeno

Il produttore americano di camion elettrici Nikola ha recentemente annunciato che consegnerà meno veicoli del previsto quest’anno. Come altre case automobilistiche, la startup è alle prese con problemi nella catena di approvvigionamento globale causati dal coronavirus. Le accuse di frode contro l’ex presidente e fondatore restano un peso per l’azienda. Il fornitore tedesco Bosch continuerà a supportare Nikola.

All’inizio di settembre, Nikola ha annunciato un accordo con Bosch per installare la tecnologia delle celle a combustibile dell’azienda tedesca nei loro camion. Inizialmente, il marchio porterà sul mercato negli Stati Uniti e in Europa veicoli commerciali esclusivamente a batteria, seguiti poi da veicoli elettrici a idrogeno per un’autonomia di rifornimento più ampia e veloce. Per quest’ultimo, secondo Nikola, Bosch fornisce sia unità di alimentazione a celle a combustibile completamente assemblate che componenti centrali, inclusa la cosiddetta cella a combustibile “stacked”.

I componenti Bosch saranno assemblati presso lo stabilimento di produzione di Nicholas in Arizona, USA. Secondo la startup, i partner stanno anche lavorando insieme per acquistare componenti aggiuntivi per assemblare i camion. Bosch è da molto tempo un partner di sviluppo e un investitore in Nikola. Dopo che le accuse di frode sono diventate note, il fornitore ha fatto marcia indietro nel 2020 e ha ridotto la sua partecipazione nella società dal 6,4 al 4,9%. Come il partner produttivo europeo Iveco, il gruppo tedesco continua a collaborare con la startup.

La tecnologia del motore elettrico modulare a celle a combustibile sviluppata in collaborazione con Bosch sarà utilizzata per la prima volta nel 2023 nel camion Tre (foto di copertina), previsto anche in Europa. Nikola prevede di essere in grado di fornire ai clienti un’autonomia di circa 500 miglia (circa 805 km). Si prevede che l’espansione della capacità di utilizzo del Truck Two con il sistema a celle a combustibile, sviluppato per le lunghe distanze negli Stati Uniti, consentirà un’autonomia fino a 900 miglia (circa 1.450 km).

READ  Jean-Claude Van Damme: Gladys Portugues "Senza questa donna, non sarei qui oggi"

“Questo annuncio è il risultato di diversi anni di collaborazione con Bosch”, ha affermato Mark Russell, CEO di Nikola. “Dopo un’analisi approfondita delle migliori opzioni, siamo orgogliosi di entrare in questa partnership strategica con Bosch. Il risultato è il meglio di entrambi i mondi nella nostra analisi “in-house versus shopping”.”

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *