Buon Natale! ÖSV con storico fallimento sotto l’albero di Natale

Come nel primo slalom della stagione, Manuel Feller si è ritirato. I suoi colleghi dell’ÖSV non hanno fatto molto per Madonna di Campiglio.

© GEPA Foto / Harald Steiner

Madonna di Campiglio – Nonostante la storica sconfitta di Madonna, gli sciatori alpini austriaci stanno trascorrendo le brevi vacanze di Natale con ottimi risultati. Dopo due vittorie e un totale di dodici podi in 13 gare, il team di Andreas Bollacher guida anche la classifica a squadre dopo il primo terzo della stagione. Inoltre, Matthias Maier sta avanzando nel Campionato del mondo di discesa libera ed è secondo nella classifica generale. “Sono soddisfatto della prestazione complessiva. Dobbiamo solo recuperare il ritardo con lo slalom”, ha detto Andreas Poulcher.

Il direttore di gara maschile dell’ÖSV ha dovuto vivere l’insolito slalom di discesa libera mercoledì sera in Italia. Dopo i fallimenti di Manuel Villier e Marco Schwartz, il 20° posto ha significato il peggior risultato di Madonna finora per Michael Matt. “Quando i VIP taglieranno il traguardo, saremo sicuramente tra i primi dieci”, ha detto Poulacher, ma non ha voluto conoscere la crisi dello slalom. Tuttavia, ha ammesso di essere molto indietro, specialmente con gli attuali migliori piloti della disciplina.

Video | Turno di vittoria Sebastian Voss Solivag

READ  La star dei Los Angeles Lakers Russell Westbrook era in panchina alla fine della sconfitta. Fonti dicono che all'allenatore Frank Vogel è stato dato il via libera

Puelacher è convinto che questo problema possa essere risolto con buone giornate di allenamento nel periodo natalizio. “Allora torneremo allo slalom a gennaio”, ha detto, riferendosi al nuovo anno con altre cinque gare di slalom in vista delle Olimpiadi di Pechino.

Vinci subito una delle 3 diapositive o dei set per il pranzo

Prova TT-ePaper per 4 settimane gratuitamente, nessun rinnovo automatico

“Avevamo abbastanza legamenti crociati su queste piste”

Al momento sembra che ci sia disaccordo in Coppa del Mondo sul tipo di impostazione delle piste per lo slalom. “Noi e molti altri crediamo che questo cambierà e che più acqua verrà versata nelle rapide. Sfortunatamente, non c’è stata più alcuna reazione”, ha criticato Poulacher. Tutte le squadre richiedono piste innevate. “Lo rende più sicuro. Non vogliamo aggressività, però, e abbiamo avuto abbastanza legamenti cruciformi su queste piste. La FIS dovrebbe pensare a cosa farà a gennaio”.

In definitiva, però, sta “a noi” risolvere il problema matematico dello slalom. Nero totalmente inappropriato (“I miei piedi dovrebbero essere di nuovo al cento per cento”) e Feller lo vede in questo modo, ma è anche morto. “È triste che guidi solo slalom e poi non puoi farlo nelle prime gare”, ha detto Arlberg nella sua autocritica. “Abbiamo davvero faticato con la neve in Val d’Isere, ma speravamo molto qui”, ha detto Matt, riferendosi a un problema di base con se stesso. “Ci sono alcune cose che semplicemente non vanno insieme in questo momento. Spero di trovare la chiave del successo a Natale. Qualcosa deve succedere, non può andare avanti così”.

Ci sono alcune cose che proprio non vanno d’accordo in questo momento. Spero di trovare la chiave del successo a Natale. Qualcosa deve succedere, non può andare avanti così.

Michael Matt, ÖSV-Slalomspecialista

Finora Feller ha fatto ottimi slalom giganti, ma niente in slalom. Non si può essere soddisfatti, “Se scrivi due zeri in slalom e arrivi quarto l’anno scorso. Va bene in slalom gigante, ma ahh in slalom”. Ma: “Anno nuovo, fortuna nuova”.

Anche lo slalom gigante è stata finora una disciplina positiva per Puelacher. “C’è anche una sorpresa con i podi. Quindi la squadra è in salute, non vedo alcuna crisi. A parte lo slalom, siamo forti in tutte le altre gare”.

Questo è particolarmente vero per le gare di velocità. Poulacher vede che le carte di Mayer che il Canada ha vinto sulle piste in Coppa del Mondo nel suo complesso contro lo svizzero Marco Odermatt non erano così male mescolate. “Odermatt è molto, molto forte. Ma metà delle piste da slalom gigante sono finite, mentre ci sono ancora molte più salite e super G davanti”. Tuttavia, fissare la palla grande non è una buona ricetta. “Le prossime gare di Mayer saranno a Bormio. Lì deve fare più punti possibili”.

Puelacher si rende conto che il coronavirus può andare contro tutti i piani. “Stiamo facendo tutto il possibile per assicurarci che questo virus non ci raggiunga e che superiamo tutte le gare”, si augura il tirolese dopo i recenti casi positivi nel team ÖSV. “Non spero che cose come questa limitino le prestazioni atletiche degli atleti o che non possano iniziare e lottare per la Coppa del Mondo nel suo insieme”.

ÖSV donne senza vittorie nelle gare di casa a Linz

D’altra parte, le donne ÖSV sono arrivate alle gare di casa a Linz senza vincere dopo le prime 14 gare della stagione. Finora, ci sono stati solo tre posti sul podio per la magnate della velocità Miriam Buechner nell’inverno olimpico. Il salisburghese è arrivato terzo a Lake Louise (discesa e supergigante) e nella discesa libera della Val d’Isere.

Nonostante questo risultato provvisorio, le donne dell’ÖSV sono anche in testa alla classifica della loro squadra davanti all’Italia. Questo nonostante Sofia Giugia da sola abbia vinto cinque gare per l’Italia. È noto che riconquistare questo trofeo era uno degli obiettivi della Coppa del Mondo.

“Naturalmente il nostro obiettivo è festeggiare le vittorie – ha detto Patrick Rimmel -. Siamo comunque in una buona posizione in velocità”. Il capo dello sport ad alte prestazioni ha recentemente rappresentato il capo delle donne Christian Mitter, che è risultato positivo anche lui. Nelle gare tecniche manca solo la costanza, e poi arrivano le vittorie. Rimmel: “Stiamo andando davvero bene in alcuni reparti comunque.”

A Linz, Katharina Linsberger dovrebbe essere l’ultima ad essere contagiata dal Corona virus e quindi di nuovo il tecnico più forte. “Speriamo che funzioni con Linz”, ha detto Rimmel. (Ma, TT.com)

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *