Catania: alluvioni improvvise in Sicilia trasformano le strade in fiumi

Martedì Giusepa Maria Spampinato, un funzionario del governo con sede a Catania, ha dichiarato alla CNN che la situazione era “molto critica”. Dalla finestra del suo ufficio, racconta Spampinato, la via principale della città – Via Etnea – sembrava completamente sommersa.

Lunedì il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso l’allerta rossa – il livello di allerta più alto – per le alluvioni nella Sicilia nord-orientale e nella regione della Calabria sud-occidentale. Martedì è stata emessa un’allerta rossa per il secondo giorno a causa delle piogge più intense previste.

Il governo italiano ha annunciato lunedì che “una zona pianeggiante nel Mediterraneo centrale esiste ancora e sta causando perturbazioni climatiche nelle regioni meridionali del Paese”.

Piogge abbondanti e forti venti hanno colpito il sud Italia da domenica, con mezzo metro di pioggia registrato nell’area.

Le precipitazioni più elevate da domenica a martedì mattina provengono da Linguaglossa, Sicilia, con 520,4 mm (20 pollici) e Fabrizia, Calabria, con 440,2 mm (17 pollici). Catania ha riportato 167 mm (7 pollici) in 24 ore, più del doppio delle precipitazioni medie di ottobre di 62,7 mm (2 pollici).

Questa zona di temporali si snoderà a sud dell’Italia meridionale, poiché la pioggia e i forti venti continueranno nell’area, per poi spostarsi sulla Sicilia giovedì, aumentando nuovamente la possibilità di forti piogge e venti forti.

I modelli meteorologici prevedono da 100 a 150 mm Le precipitazioni vanno dal mercoledì al venerdì, con le aree locali che ricevono quantità maggiori.

Una vista dei danni causati dal maltempo a Scordia, in Sicilia.

Il sindaco di Catania Salvo Pugliese ha ordinato la chiusura di scuole e parchi martedì a causa della situazione, secondo il sito web del comune di Catania. Ai residenti è inoltre vietata la sosta nelle aree soggette a smottamenti e lungo la strada costiera, a causa dei previsti temporali di “particolare intensità”.

READ  Lettura dell'incontro del presidente Biden con il team di risposta COVID-19 sulla variante Omicron

Martedì, il servizio antincendio e di soccorso italiano, Viglie del Foco, ha dichiarato su Twitter che ci sono state 250 telefonate a causa del maltempo a Catania. Il servizio ha detto che sono in corso le ricerche di una donna scomparsa nella città catanese di Scordia dopo che un uomo è stato trovato morto lunedì.

“Oggi abbiamo proseguito le ricerche dei dispersi. Abbiamo recuperato il corpo dell’uomo, non ancora il corpo della donna”, ha detto lunedì a Reuters davanti alle telecamere il capo della Protezione civile siciliana, Salvo Cucina.

“Questa zona è a circa un chilometro da dove hanno lasciato la loro auto. Ieri qui sono caduti 250 millimetri di pioggia, una quantità davvero enorme. L’acqua ha allagato le strade e probabilmente ha lasciato l’auto nel panico, forse avrebbero potuto restare lì, sono stati travolti dall’ira dell’acqua”.

In Calabria le chiamate sono state 140 a Reggio Calabria, 52 a Cosenza, 49 a Vibo Valentia. Più di 300 vigili del fuoco sono coinvolti in operazioni legate alle alluvioni.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *