“C’è un tempo per ogni cosa”

(CNN Español) – Lo ha annunciato in un’intervista al quotidiano John Manuel Serat, il famoso cantautore catalano, padre di canzoni come “Mediterraneo”, “Contrace” e “Hoi an ideal day”. Nazione Il ritiro dalle scene dopo più di mezzo secolo di vita. Ma lo fa con un ultimo tour, “El Visio de Condor 1965-2020”, che lo porterà negli Stati Uniti e in America Latina nel 2022.

“Ho deciso di salutarmi di persona. Non mi piace la sensazione di essere colpito dalla peste”, ha detto Cerrett al quotidiano spagnolo, promettendo di farlo “di fronte al pubblico, con gratitudine e gioia”. Secondo il compositore e cantante del Poble-sec di Barcellona, ​​la sua partenza è stata dovuta “all’incapacità di intraprendere la carriera di cantante in pubblico”, al contagio e “alla necessità di ripristinare la vita familiare”. “

“Dirò addio, non suonerò mai più, tornerò nei posti, saluterò, mangerò, ma non salirò sul palco, suonerò in casa e comporrò musica, posso registrare. Un album. La sua conclusione, alla fine, è illustrata nelle parole della Bibbia che cita: Predicatori: “C’è un tempo per ogni cosa”.

Cosa sarei senza l’America Latina!

Ha detto al giornale e riferisce che il tour sarebbe iniziato il 27 aprile del prossimo anno al Beacon Theatre di New York e si sarebbe concluso il 23 dicembre a Barcellona. Il tuo sito ufficiale.

Questo tour lo porterà in America Latina, dove Serat è molto amato. “Cosa sarei senza l’America Latina!” L’artista ha affermato che oltre a comporre, ha anche tradotto in musica spagnola testi di poeti spagnoli come Miguel Hernandez e Antonio Machado e l’uruguaiano Mario Benedetti.

READ  Il capitano Gavin McLeod di Celebrity Cruise Fun muore a 90 anni

Nell’intervista, Serat ha fornito ulteriori indizi sul tour: “Una delle cose più importanti che il mio lavoro mi ha dato è l’opportunità di viaggiare. E l’opportunità di viaggiare mi ha aiutato ad avere amici in molti posti e ad apprezzare le cose. Ecco perché pianifico tour, luoghi comuni, stare con gli amici e partire. “Porto molto peso sui visitatori, sul cibo, sulle bevande, sul paesaggio e sui ricordi. Voglio salutarli personalmente”.

La depressione è – senza dubbio parte del suo talento – chiedono “quei piccoli pazzi” – “qualunque cosa accada come trovo sarà rappresentata” ha detto Cert nell’intervista. Tuttavia, nonostante riconoscesse il peso del tempo e il costo per bloccare l’epidemia, il tono del look era in gran parte ammirevole. “Ancora oggi mi sento un uomo amato e ben vissuto”, ricorda della sua vita.

Serrat “Il saggio del canto”

“Non c’è cura per il male del canto, non c’è nessuno che possa evitare il male della vita, e il male della recitazione ti renderà un bambino anche se lo schermo cade dall’alto.” Versi di Fernando Lobo Sembra nominare il tour d’addio di “Nano”.

Come gli canta Joaquin Sabina, un amico e partner nell’industria del canto, “Coloro che hanno bisogno della sua musica divina sono dietro di lui piuttosto che mangiare”. Le informazioni ufficiali sul tour saranno disponibili dall’8 dicembre Sul sito ufficiale. Nel frattempo, coloro che non hanno più cassette, dischi o vinili (o non hanno più un posto dove ascoltarli) Possono riavere la loro discografia su Spotify.

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *