Cina. Il sole artificiale ha raggiunto temperature plasmatiche record

Il “sole artificiale” è la tecnologia del futuro. Ci vorranno molti anni – almeno 30, secondo gli scienziati cinesi, prima che possa svolgere la sua funzione e diventare una fonte inesauribile di energia pulita. Ma stanno costantemente lavorando allo sviluppo del loro reattore a fusione, noto come HL-2M Tokamak. Si sforzano di raggiungere la temperatura più alta possibile del plasma all’interno del reattore e di mantenerla per il tempo più lungo possibile.

Leggi anche: Il “sole artificiale”: qual è il progetto da cui può dipendere il futuro della civiltà umana?

Ad oggi, il record ha mantenuto la temperatura del plasma a 180 milioni di gradi Fahrenheit (100 milioni di gradi Celsius) per 100 secondi. Secondo Li Miao, direttore del Dipartimento di Fisica presso la Southern University of Science and Technology di Shenzhen, Questo passaggio ha segnato una pietra miliare verso l’obiettivo di mantenere la stabilità della temperatura per lungo tempo. Questa volta il record è stato battuto. Il sole artificiale: la temperatura del plasma ha raggiunto 216 milioni di gradi Fahrenheit (120 milioni di gradi Celsius) in 101 secondi e 288 milioni di gradi Fahrenheit (160 milioni di gradi Celsius) in 20 secondi.

Leggi anche: I cinesi hanno lanciato il “sole artificiale”. Raggiungi una temperatura più alta di quella reale

La missione principale del reattore cinese è Ricrea il processo naturale di fusione nucleare all’interno del sole. Se questo potesse essere raggiunto e la tecnologia fosse padroneggiata, cambierebbe completamente il panorama energetico mondiale. La fusione nucleare può fornire una quantità quasi illimitata di energia pulita a un costo molto basso. Mentre ciò che gli scienziati hanno ottenuto finora sembra molto promettente, Lin Bokiang, direttore del China Energy Economics Research Center presso l’Università di Xiamen, ha dichiarato al Chinese Global Times che siamo ancora 30 anni dopo aver visto il sole artificiale in azione sarà fondamentale ” sviluppo verde “In Cina.

READ  Moonlight per la geolocalizzazione sulla luna

You May Also Like

About the Author: Dario Calabresi

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *