Cos’altro scopriamo sui Beatles

Il documentario sui Beatles, in onda venerdì su Disney+, rivela film che le persone non hanno mai visto prima e una nuova prospettiva su come si sono lasciati.

Questo film mi ha fatto innamorare di nuovo di mio padre “, ha detto Julian Lennon, Figlio di John Lennon dopo aver visto tutti e tre i capitoli I Beatles: Ritorno, il documentario di Peter Jackson sugli ultimi momenti della band prima dello scioglimento è andato in onda su Disney + questo venerdì.

Se il documentario avesse cambiato la prospettiva di Julian Lennon, fornirebbe senza dubbio una felice reinterpretazione di questo periodo, come rappresentato nel primo documentario. Lascia fare, Michael Lindsay-Hawk, firmato nel 1970, in una luce molto scura.

“Sono molto felice con Peter [Jackson] Sono andato nei nostri archivi per fare un film che mostrasse la verità sulla registrazione dei Beatles. L’amicizia e l’amore tra di noi sono chiari e mi ricordano i bei momenti folli che abbiamo avuto “, ha detto Paul McCartney in una dichiarazione Disney.

Da più di cinquant’anni il regista Signore degli Anelli Con quasi sessanta ore di filmati d’archivio e 150 ore di registrazioni audio, è riuscito ad andare oltre la visione negativa del gruppo morente. Per quattro anni ha lavorato per estrarre tesori da questa potente sostanza. Dopotutto, ha dato a questi film un eccellente remake, che viene mostrato nel documentario della prima guerra mondiale, Per i soldati caduti, Nel 2018.

Quaranta minuti di live inediti

Ha inventato lo straordinario spettacolo dal vivo di quaranta minuti, che è andato in onda qui per la prima volta nella sua interezza. I Beatles si sono esibiti sul tetto del loro edificio aziendale a Savile Row, nel centro di Londra. L’ultima esibizione pubblica del gruppo. Peter Jackson ha inviato queste immagini alla loro chiarezza, al suo cappotto rosso da pompiere Ringo Store e i suoi pantaloni verde menta a George Harrison.

READ  Heidi Klum torna nei panni della mummia nella serie di film di Halloween "Klums Day"
"Per tornare indietro", Documentario di Peter Jackson in onda su Disney+.
“Get Back”, un documentario di Peter Jackson, è andato in onda su Disney+. © Disney +

Legame indubbio

Se il documentario Lasciare , Negli anni ’70, le tensioni tra i quattro artisti, le loro polemiche e disaccordi creativi, segnano in modo permanente le menti dei fan, Peter Jackson scopre ore di urgenza e viene assalito da complicità artistiche e amichevoli. Quattro Beatles.

“Come individui, hanno ancora un rapporto molto amichevole. Si divertono molto l’uno con l’altro. Non c’è nemmeno un momento in queste ore di punta, uno dice parole inappropriate sull’altro. (…) il tono non sale mai .” Sottolinea il regista. Partita di Parigi Questo giovedì.

Per tornare indietro Come ha detto, ha persino cambiato l’opinione di Paul McCartney sullo scioglimento della band Orari della domenica Lo scorso 13 novembre, gli ha fatto capire che la separazione non era il suo atto e che era felice che i quattro musicisti componessero insieme.

“Lascia che te lo dica, la cosa davvero sorprendente di questo documentario è che mostra noi quattro che esplodiamo”.

Collaborazione dimenticata

Grazie a Paul McCartney e (di nuovo) al lavoro di Peter Jackson su Titanic, ha scoperto di aver co-scritto la canzone di John Lennon. Dai un po’ di verità, Durante le loro sessioni a Savile Row.

“Gli ho mostrato le foto di queste sessioni Per tornare indietro Paolo e Giovanni lavorano lì Dai alcuni fatti, ha spiegato il regista Jackson. Paul ha inventato questa cosa del “soldi per la corda” che John ama. Paul mi guardò e disse: ‘Non me lo ricordo. Non sapevo di essere coinvolto in questa canzone.’

READ  L'Italian American One Voice Coalition nomina Josephine Mayo per il Premio Festa della Dona 2021

John Lennon sconosciuto

Julian Lennon, che aveva 5 anni quando i suoi genitori si sono separati e 17 anni quando John è stato ucciso, ha riscoperto suo padre dopo aver visto tutti e tre gli episodi. Per tornare indietro, Non era solo sorpreso.

Peter Jackson si aspetta anche che John Lennon sia “costantemente arrabbiato e rumoroso”. Partita di Parigi. “Ma no, è bello, sobrio, felice, paziente e divertente”, dice.

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *