DART non è fantascienza ed è già stato lanciato nello spazio

Il NASA Ha lanciato una missione martedì notte per distruggere intenzionalmente un veicolo spaziale in un asteroide, un esperimento nel caso in cui l’umanità abbia bisogno un giorno per impedire a una gigantesca roccia spaziale di uccidere la vita sulla Terra. terra.

Può sembrare fantascienza, ma Freccia (Double Asteroid Redirection Test) è un vero esperimento.

L’aereo, che è stato trasmesso in diretta dalla NASA TV, è decollato alle 22:21 ora locale martedì (0621 GMT) a bordo di un razzo SpaceX dalla Vandenberg Space Force Base in California.

Il suo obiettivo è Demorphos, una “luna” larga circa 160 metri (due statue della Libertà), che circonda un asteroide molto più grande chiamato Didimo (780 metri di diametro). Insieme, formano un sistema che ruota intorno Sol.

“Asteroide Demorphos, stiamo venendo per te!”, ha scritto la NASA su Twitter dopo il lancio. In seguito ha indicato che DART si era separato con successo dalla seconda parte del razzo.

La NASA cerca di imparare come deviare il percorso di un asteroide

Abbiamo ricevuto le nostre prime indicazioni #DARTMissioneChe continuerà a dispiegare i suoi pannelli solari per le prossime ore e a prepararsi per il suo viaggio di 10 mesi verso l’asteroide».

L’impatto dovrebbe avvenire nell’autunno del 2022, quando la coppia di rocce si trova a 11 milioni di chilometri dalla Terra, la più vicina a cui può essere raggiunta.

“Quello che stiamo cercando di imparare è come evitare la minaccia”, ha detto il capo scienziato della NASA Thomas Zuberchen in una teleconferenza sul progetto da 330 milioni di dollari, il primo del suo genere.

READ  Video. Dallo spazio, Thomas Pesquet ha osservato i disastri climatici che colpiscono la Terra

Per essere chiari: asteroidi Non rappresentano una minaccia per il nostro pianeta.

Ma appartengono a una classe di cadaveri nota come Vicino a oggetti terrestri (NEO, in inglese): Asteroidi e comete che si avvicinano a meno di 50 milioni di km dal nostro pianeta.

Una collisione di asteroidi è esclusa nei prossimi 100 anni

L’ufficio di coordinamento della difesa planetaria della NASA si occupa di oggetti di dimensioni superiori a 140 metri, che possono distruggere intere città o regioni a molte volte l’energia delle bombe nucleari.

Leggi anche La NASA lancia stasera DART, un satellite che trasforma gli asteroidi; Seguilo in diretta

Ci sono 10.000 asteroidi conosciuti vicini alla Terra con una dimensione di 140 metri o più, ma non ci sono molte possibilità di un impatto nei prossimi 100 anni. Tuttavia, si stima che finora sia stato trovato solo il 40% di questi asteroidi.

Gli scienziati planetari possono creare effetti in miniatura nei laboratori e utilizzare i risultati per creare modelli complessi di come viene deviato l’asteroide. Ma questi modelli si basano su ipotesi errate, quindi vogliono eseguire test nel mondo reale.

La sonda DART, una scatola delle dimensioni di un grande frigorifero e pannelli solari delle dimensioni di una limousine su ogni lato, si schianterà contro Demorphos a poco più di 15.000 mph, causando pochi cambiamenti nel movimento. asteroide.

Gli scienziati affermano che queste rocce sono un “laboratorio naturale ideale” per i test, perché i telescopi terrestri possono facilmente misurare la variazione della luminosità del sistema Didymus-Demorphos e calcolare il tempo necessario a Demorphos per compiere una rivoluzione completa attorno al fratello maggiore.

La sua orbita non attraversa mai il nostro pianeta, fornendo un modo sicuro per misurare l’impatto della collisione, prevista tra il 26 settembre e il 1 ottobre 2022.

READ  Come ascoltare le tue playlist Spotify su Apple Watch?

L’attuale periodo orbitale è di 11 ore 55 minuti, ha affermato Andy Rifkin, capo del team di ricerca DART. Il team prevede che l’attacco riduca l’orbita di Demorphos di circa 10 minuti.

C’è qualche incertezza sulla quantità di energia che verrà trasferita al momento dell’impatto, poiché la composizione interna e la porosità della giovane luna sono sconosciute. Più rifiuti generati, più batch riceverai Dimorphos.

“Ogni volta che andiamo su un asteroide, ci imbattiamo in cose che non ci aspettavamo”, ha detto Rifkin.

La navicella DART contiene anche strumenti avanzati di imaging e navigazione, tra cui CubeSat dell’Agenzia Spaziale Italiana, che monitorerà l’incidente e le sue conseguenze.

Anche la traiettoria di Didimo potrebbe essere leggermente influenzata, ma non altererebbe in modo significativo la sua traiettoria o metterebbe in pericolo la Terra, secondo gli scienziati.

Leggi anche: La NASA lancia stasera DART, un satellite che trasforma gli asteroidi; Seguilo in diretta
mhm

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *