Descrizione della sua medaglia

Sabato (4 settembre), Nicodim Kozak ha vinto il titolo di Vice Campione di Polonia per juniores di boxe fino a 80 kg. Siamo andati al Tygrys Martial Arts Club per esercitarci per vedere come è successo in prima persona.

Il torneo non è stato lo stesso degli anni precedenti. A causa della pandemia di coronavirus, è stato deciso di non partecipare ai turni di qualificazione e chiunque voglia e si senta forte può venire a Staszów ( Voiwiętokrzyskie Voivodeship).

– Non è che sono andato a fare una passeggiata. In precedenza, ho controllato il mio livello nei tornei di Gdynia, Chojnice e Słupsk. La preparazione è stata molto forte: mi sono allenato due volte al giorno e ho avuto l’opportunità di fare coppia con concorrenti esigenti. – afferma Nicodim Kozak, il nuovo vicecampione polacco di boxe fino a 80 kg. – A causa dell’organizzazione dei tornei in formato aperto, la competizione è stata maggiore del solito.

Più di 20 pugili provenienti da tutta la Polonia hanno gareggiato per il titolo di campione, fino a 80 kg. È facile calcolare che per combattere in finale, dovevi combattere tre incontri (i giocatori competono nel sistema a eliminazione diretta, il perdente viene eliminato). La lotta per il titolo è iniziata mercoledì (1 settembre) Primo incontro: – L’avversario era molto più alto di me. È iniziato abbastanza bene, ma la lotta è stata alle mie condizioni – ricorda Nicodim Kozak.

I migliori vantaggi del giocatore di Elbląg si manifestano nel fatto che il duello si è concluso all’inizio del terzo round. – L’avversario è stato contato due volte e i giudici hanno interrotto il duello – spiega il pugile.

READ  Mercato: Peter Boss rivuole Andre Onana

Patrick Borucki, campione di Polonia l’anno scorso nella categoria 75kg, si trovava nei quarti di finale nell’angolo opposto. Quest’anno è passato a un peso maggiore. Un concorrente più esperto del residente di Elbląg – sulla carta, la lotta più dura dell’intero torneo. Ne ero consapevole, ma mi sono preparato bene e per me è finito 5:0 – dice il secondo classificato polacco.

La medaglia c’era già, ora non resta che selezionarne il colore. Il semifinalista di Elbląg è stato Patryk Szmyd. – In effetti, la semifinale si è rivelata la più difficile di tutte le lotte del torneo. Non è stato facile, non riuscivo a stabilire le mie condizioni e ad un certo punto ho litigato. I giudici hanno avuto problemi a valutare il duello – rivela Nicodim Kozak. – Forse l’avversario non è rimasto impressionato dalle sue capacità, ma era molto forte e dinamico.

Alla fine, la decisione dei giudici è stata positiva per il pugile tigre di Elbląg. Con una maggioranza di 3:2 voti, Elbląg si è qualificato per le semifinali. Ed ecco che aspetti la prima sorpresa. Gli ultimi tre incontri del campionato polacco sono stati spostati al concerto Suzuki Boxing Night 7 Pro. Come si è scoperto, tra le finali del “Gala” c’è stata anche una lotta per il campionato nel peso fino a 80 chilogrammi. L’avversario di Nicodim Kozak era il difensore dello scorso anno Sebastian Kos. – Sono uscito per questa lotta come un perdente. Il concorrente era il favorito. La promozione alla finale stessa è un enorme successo. Entrando sul ring, volevo fare del mio meglio e mostrare il mio lato migliore – dice il pugile.

READ  Bundesliga: l'Eintracht Francoforte porta Rafael Santos Puri al posto di Andre Silva

Il combattimento può essere visto su TVP Sport. Si è conclusa con la sconfitta di Elbląg 0:5 – l’argento è stato lasciato “per consolazione”. – Dopo la lotta, ho parlato con i miei allenatori: Patrik Borztinovic e Tomasz Chucic e tutti erano abbastanza soddisfatti di questo risultato – dice il secondo classificato polacco. – Devo ammettere che sono stato anche fortunato in questo torneo. Mi sono avvicinato a ogni combattimento con calma, mentalmente ben educato. Sapevo cosa potevo. Forse la calma e la compostezza sono la chiave del successo.

Ora devi solo incrociare le dita per sviluppare una carriera così ben avviata.

E voleva solo migliorare il lavoro delle sue mani

Tutto è iniziato quando il pugile Nicodim Kozak, che aveva già vinto una medaglia di bronzo al campionato polacco nella formula del contatto leggero, ha deciso di migliorare le sue capacità di boxe. E così ha trovato la strada per la tigre. Lì decisero di non lasciarlo andare e lo portarono in un campo sportivo a Miccossio. Dopo il campo c’era già… – Ho scoperto che la boxe era quello che cercavo. Ho deciso di abbandonare la kickboxing e concentrarmi sulla boxe. Al momento, Tiger offre le migliori condizioni per lo sviluppo: campi sportivi, partite di sparring, mi sono perso … – afferma Nicodim Kozak. – Ma non sarei qui, se non fosse stato per il presidente del club Bawi Drzewitzky, i miei allenatori: Patrik Borztinovic, Tomasz Šušić, Ignacy Bogoslavsky, ai quali vorrei ringraziare per il loro tempo. A questo elenco di ringraziamenti vorrei aggiungere anche i miei genitori e la scuola – High School #2 e Adrian Dorma.

READ  L1: A Parigi, ritorno alle fonti di Gameiro Strasburgo

– Quindi mi unisco ai ringraziamenti. Vorrei dire parole speciali a Hieronim Kozakiewicz e Bartomeg Zabiga, senza i quali non sarei al club – aggiunge Patrik Borztinovic, allenatore del secondo classificato polacco.

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *