Dinamo Bucariszt – omża Vive Kielce: Krzysztof Lijewski e Branko Vujovi Dopo la partita – UEFA Champions League 2021/22

Guarda la Champions League di pallamano su Eurosport e Player.pl

Il vantaggio dei padroni di casa ha subito approfittato dei padroni di casa giovedì, che sono fuggiti rapidamente dalla squadra di Kelsey per alcuni gol. Stavano guidando fino alla pausa alle 16:12. Tale risultato è attribuito, tra l’altro, ad una pessima prestazione in rete del campione polacco Andreas Wolff, che ha parato un solo tiro su 17.

L’allenatore Talant Duishebayev aveva a disposizione solo il rappresentante della Germania, poiché il secondo portiere, Mateusz Kornicki, era malato di influenza allo stomaco e non poteva entrare in campo. La squadra di Kelsey è stata anche poco efficace in attacco, compreso non aver preso due rigori.

“Le loro guardie si sono difese molto bene”.

– I padroni di casa hanno iniziato meglio questo incontro, con il supporto del loro pubblico. Hanno giocato duro in difesa e sicuramente in attacco. Sono balzati indietro di qualche gol e hanno dominato quella parte della partita – ha ricordato Krzysztof Lejewski, il secondo allenatore di Omega Fife dopo la partita.

“Penso che la differenza nel primo tempo sia che i portieri sono stati davvero bravi nelle partite individuali e ai rigori”, ha aggiunto Vojovic.

Dopo la pausa, la situazione in campo ha cominciato a cambiare. La squadra di Kelsey ha finalmente iniziato a giocare con i propri tempi e al 39′ Vujevic ha portato il suo lancio lungo al 20:20 del pareggio. Ma la finale è stata per Bucarest, che ha commesso meno errori.

– Nel secondo tempo abbiamo tirato tutto quello che avevamo di meglio, siamo riusciti a pareggiare gli avversari e sembrava che saremmo riusciti a fare il break. Tuttavia, i concorrenti si sono rivelati una potenza superiore e hanno preso il controllo del gioco – ha sottolineato Lijewski.

READ  Julian Alphilippi condivide Marion Ross e il figlio Nino (foto)

Dopo l’intervallo abbiamo giocato bene, forse un po’ peggio in fase difensiva, ma non siamo riusciti a recuperare. Adesso è difficile dire cosa sia successo, bisogna fare un’analisi per vedere cosa ha fatto la differenza – ha aggiunto Vugovic.

Orologio

Riepilogo della partita Dinamo Bukareszt - Łomża Vive Kielce nel primo turno della Champions League

Video: Eurosport Riepilogo della partita Dinamo Bukareszt – Łomża Vive Kielce nel primo turno della Champions League

“Dopo la pandemia, la voce dei tifosi sarà più forte”

Il secondo allenatore, ex multiattore polacco, e il centrocampista montenegrino hanno ammesso all’unanimità che il vantaggio aggiuntivo dei padroni di casa è stato il pubblico spontaneamente reattivo.

– Certo, non solo ci siamo persi il ritorno dei fan, ma oggi la Dynamo ha guardato di nuovo come gli sono mancati. Eravamo pronti per questo, perché stavamo facendo analisi pre-partita e sapevamo che c’era un proverbiale calderone qui. A volte eravamo migliori, a volte eravamo peggio. Devi accettarlo perché è la Champions League. Dopo la pandemia, i fan saranno più rumorosi in ogni sala d’Europa – valuta Lijewski.

Orologio

Le migliori partite della Dinamo Bukareszt - Łomża Vive Kielce nel primo turno della UEFA Champions League

Video: Eurosport Le migliori partite della Dinamo Bukareszt – Łomża Vive Kielce nel primo turno della UEFA Champions League

– Sapevamo che sarebbe stato caldo ed è stato difficile suonare qui. Eravamo pronti, ma questa volta non ha funzionato – Vogovich ha riassunto.

Dalla stagione 2015/16, Kelsey ha vinto solo una volta – quattro anni fa – al primo turno di Champions League. Nelle altre cinque partite iniziali hanno perso quattro volte e pareggiato una volta.

La sconfitta di giovedì potrebbe avere un enorme impatto sul tuo posto in classifica alla fine della fase a gironi. Il 16 volte campione della Polonia è andato al Gruppo B, annunciato come il più duro nella storia della partita, con Barcellona, ​​​​Paris Saint-Germain, Flensburg, Telecom Vesper, FC Porto Sovarma e Motor Zaporozhye.

Dinamo Bucariszt – omża Vive Kielce 32:29 (16:12)

Dinamo Bucarest: Il successore di Guidban, Said Haidarad – Raul Nantes 11, Octavian Catalin Bezao 7, Asham Shebib 3, Amin Bennour 3, Dan Emil Racotta 2, Christian Dessinger 2, Javier Homet Gamendi 2, Alex Pascual 1, Valentin Giona 1, André Negro, Razvan Gavriloya , Mihai Militaro, Cedric Surhindo, Kamel Al-Alawi.

omża Vive Kielce: Andreas Wolff – Arkadiusz Moryto 7, Branko Vujovic 6, Dylan Nahi 5, Igor Karacic 3, Tomasz Gębala 3, Arciom Karalek 2, Szymon Sićko 2, Nicolas Tournat 1, Faruk Yusuf, Władysław Kulesz, Cezsoni Surgilud.

Arbitri: Mads Hansen, Jesper Madsen (Danimarca). Spettatori 2538.

Autore: lukl / TG
/
Fonte: Eurosport.pl, kielcehandball.pl

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *