Dopo essere stato nuovamente sconfitto, Ajin non ha vinto per 573 giorni

SUA ha ammesso venerdì sera in casa contro il rookie Borg N Bryce per i suoi 33NS sconfitta consecutiva. Il capo di Agen ha fissato un ultimatum impossibile per il suo manager. Régis Sonnes potrebbe salvarsi la testa battendo il leader di Mons sabato prossimo.

573 giorni di durata. In altre parole, eterno. Venerdì sera, in casa, davanti a un pubblico attonito e depresso, i giocatori della SUA hanno ammesso una nuova battuta d’arresto, 33NS di fila. Sconfitta umiliante, di fronte all’ascesa di Borg-en-Bresse (24-28), dopo una stagione vergine nella top 14 (26 sconfitte), per ritrovarsi al semaforo rosso per Pro D2 con quattro fallimenti in altrettanti giorni. Un disastro, una vergogna. Caduta senza fine. 573 giorni dalla loro ultima vittoria (contro i Brave).

Le promesse di ribellione, un impeto di orgoglio e una semplice carriera furono infrante una dopo l’altra. I giocatori dell’Agen non riescono a trovare una strada per il successo. a una minaccia sempre maggiore per i dipendenti guidati da Régis Sonnes. “L’allenatore ha commentato dopo questo incubo senza fine, quando si perde, lo staff è preso di mira, è normale. I leader dovranno porsi le domande giuste. Io non mi arrenderò. Non con un club come l’Agen.»

Una scadenza è lì solo per darti il ​​tempo di trovare un nuovo manager

Assicurati di restituire il grembiule in seguito. Se Régis Sonnes lascerà il club, non sarà per sua iniziativa. “Non sono io a decidereHa sottolineato che le lacrime hanno appena catturato le palpebre. È infatti il ​​presidente della SUA, Jean-Francois Fonteno. E quest’ultimo, intervistato venerdì sera nei nostri colleghi di Radio Sud, ha deciso di dargli una scadenza. Un’ultima occasione per tornare alla vittoria. Sabato prossimo allo stadio Mont de Marsan.. il leader imbattuto nel campionato di seconda divisione. Basti dire che, a meno che non ci sia un miracolo, il destino del preside è condannato e questo periodo di grazia sembra esistere solo per trovare il suo successore.

READ  Jürgen Klopp: Bentornato, ci sei mancato alla follia

«Dovremmo evitare chiacchiere calde, dovremmo avere discussioni con i dipendenti per prendere la migliore direzione possibileJeff Fonteno giustificato con le onde radio nere. Quello che mi spinge è la rabbia. Siamo in una terribile spirale. L’organizzazione alla fine ripagherà, ma nel rugby, se non mettiamo le componenti necessarie come l’aggressività, non funzionerà. Anche contro un club in ascesa non è venuto necessariamente a vincere con noi. Abbiamo un blocco che finirà contro il Mont-de-Marsan e non sarà facile per noi. Ci deve essere una reazione collettiva. Avrò uno scambio con il mio capo perché dobbiamo trovare la giusta direzione.Sarebbe ora, dopo più di un anno e mezzo, di prendere una svolta sbagliata.

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *