Eric Clapton Govt-19 Vaccine Resistance Nuova canzone “It Must Be Stopped”

Il famoso chitarrista che si è lamentato della reazione “catastrofica” dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca sta rilasciando il brano con un video animato che tratta anche dei disastri del cambiamento climatico.

AceShowbiz
Eric Clapton Il Covid continua ad esprimere la sua frustrazione per il vaccino del 19. Il famoso chitarrista, che si è lamentato della reazione “devastante” dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca, ha pubblicato una nuova canzone intitolata “That Has Quota Stop” in cui denuncia gli ordini di vaccinazione.

Il musicista inglese ha rilasciato una canzone prodotta dal suo collaboratore di lunga data Simon Klimi, insieme a un video animato. Le scene in questione presentano film stimolanti sui disastri del cambiamento climatico, l’interruzione tecnologica e l’influenza politica.

La star di 76 anni canta: “Deve essere fermato/basta/non ce la faccio più questa PS”. “È troppo lontano / Se vuoi chiedere alla mia anima / Devi venire e sfondare questa porta”.

Estrich Astrogeneka descrive gli effetti che ha sperimentato dopo aver ricevuto il colpo. “Non posso stringermi la mano / annegare nel sudore / devo piangere / non ce la faccio più” canta in un punto.

Ha scritto la canzone “Cari in paradiso”. Tuttavia, si è unito al fascista Nathan East, batterista Sony Emery e cantante Sharon White Durante la sintonizzazione.

Ciò è avvenuto dopo che Eric ha annunciato pubblicamente la sua reazione “catastrofica” al vaccino del governo 19 a maggio. “Ho accettato il primo lavoro di AZ e ho subito avuto reazioni gravi che sono durate dieci giorni. Alla fine mi sono ripreso e mi è stato detto che ci sarebbero volute dodici settimane per essere il secondo”, ha detto Graziadei in un messaggio inviato all’attivista anti-lock Robin Monotti.

READ  Gli Oscar del prossimo anno sono stati rinviati a marzo 2022

“Mi è stato dato circa sei settimane dopo e ho effettuato un secondo tiro AZ, ma con un po’ più di consapevolezza dei pericoli”, ha spiegato. “Inutile dire che le reazioni sono state devastanti, le mie mani e i miei piedi erano congelati, insensibili o bruciavano, e per due settimane molto inutili… avevo paura che non avrei mai più giocato, (soffro di neuropatia periferica, non mi sono mai avvicinato all’ago .)”

Articolo successivo