Europa Covid: i leader avvitano le viti ai non vaccinati

La Germania potrebbe diventare il prossimo paese a imporre regole più severe a coloro che non hanno ricevuto vaccinazioni complete, dopo che i partiti che compongono il suo potenziale nuovo governo di coalizione hanno inasprito il loro approccio proposto a Covid-19 in parlamento.

Le misure proposte richiederebbero ai tedeschi di fornire la prova della vaccinazione o un test negativo per salire su un autobus o prendere un treno, in un’espansione del sistema di “terza generazione” del paese che richiede l’ingresso in determinati luoghi e luoghi.

Il leader del Partito dei Verdi Robert Habeck Ha detto alla radio pubblica ARD Domenica, le regole in vigore ammontavano a un “vicino ai non vaccinatori”.

Il documento politico è stato fissato dal Partito socialdemocratico (SPD), dal Partito democratico libero (FDP) e dal Partito dei Verdi per un voto nel Bundestag, con i tre partiti cosiddetti “a semaforo” vicini alla formazione di un nuovo governo.

Arriva mentre la Germania è alle prese con un’ondata di infezioni e riflette il crescente malcontento in gran parte dell’Unione europea nei confronti di coloro che continuano a rifiutare la vaccinazione.

Circa i due terzi dei tedeschi sono stati completamente vaccinati – uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale – e i migliori politici del paese si sono rivolti a una retorica dura e a misure restrittive nel tentativo di spingere il tasso più in alto.

Nel frattempo, i tassi di infezione stanno aumentando a un ritmo rapido. Il Paese si sta avvicinando alla media mobile di sette giorni di 40.000 nuovi casi al giorno, il tasso più alto dall’inizio della pandemia e più del doppio rispetto all’inizio di novembre.

Nuove restrizioni per i non vaccinati È entrato in vigore nella capitale, Berlino di lunedi. Per entrare in bar, ristoranti, cinema e altri luoghi di intrattenimento è richiesta la prova della completa vaccinazione o del recupero da Covid-19 negli ultimi sei mesi. Ma l’attuale ondata di infezioni colpisce principalmente le parti meridionali e orientali del paese, dove l’assorbimento del vaccino è inferiore.

Se le misure proposte dall’alleanza verranno concordate, avvicinerebbero la Germania al vicino meridionale dell’Austria, dove lunedì è entrato in vigore un blocco mirato specificamente alle persone non vaccinate. Alle persone non vaccinate – più di un terzo della popolazione del Paese – è vietato uscire di casa se non per alcuni motivi specifici.

READ  Almeno 31 migranti sono stati uccisi e altri dispersi dopo che una barca è affondata al largo della costa francese

Le azioni sono compiute da agenti di polizia che effettuano controlli a sorpresa, e sono state svelate insieme ai severi avvertimenti del nuovo cancelliere del Paese, Alexander Schallenberg. Ha descritto l’adozione del vaccino da parte della nazione come “vergognosamente bassa” e ha affermato che coloro che non erano stati vaccinati avrebbero ora dovuto sperimentare “esattamente ciò con cui tutti noi abbiamo dovuto lottare nel 2020”.

L’Austria, dove l’uso della vaccinazione è inferiore alla Germania, sta vivendo una grave ondata di infezioni. Al contrario, Spagna e Portogallo hanno evitato il peso dell’ondata invernale dopo aver registrato i più alti tassi di vaccinazione in Europa.

Un mercatino di Natale a Innsbruck, in Austria, lunedì, durante il primo giorno di un blocco nazionale per le persone non vaccinate.

La Gran Bretagna si prepara a chiedere rinforzi

Altri paesi in Europa stanno adottando misure volte a migliorare l’assorbimento del vaccino. Lunedì, il primo ministro britannico Boris Johnson ha confermato che presto sarebbe necessaria una terza iniezione del vaccino di richiamo per essere considerato completamente immune.

“È molto chiaro che ottenere tre vaccini – ottenere un richiamo – diventerà una realtà importante e ti semplificherà la vita in tutti i modi, e dovremo adattare il nostro concetto di ciò che costituisce una vaccinazione completa”, ha detto Johnson in una conferenza stampa.

Gli Stati Uniti e l'Europa si sono finalmente ricollegati, ma si stanno muovendo in direzioni diverse su Covid-19

Questo passo è già stato fatto in Francia, dove i problemi stanno gradualmente aumentando. Il paese ha introdotto regole di ingresso più severe questa settimana per i viaggiatori non vaccinati provenienti da 16 paesi dell’Unione Europea.

Sale la tensione in alcune parti del blocco. Ad Atene, gli operatori sanitari pubblici hanno protestato lunedì per salari e condizioni a causa della crescente pressione sugli ospedali greci.

La Grecia ha stabilito un numero record di casi di Covid-19 in diverse occasioni questo mese. Il paese ha reso obbligatorie le vaccinazioni per il personale sanitario a luglio, ma i manifestanti affermano che la mossa ha portato a un arretrato di personale che rimane vuoto, secondo quanto riferito da Reuters.

READ  Sydney vede il peggior giorno di pandemia del 2021 dopo due settimane di blocco

“Le barelle negli ospedali di turno stanno aumentando a dozzine, (e) i pazienti vengono selezionati per le unità di terapia intensiva in ordine di priorità in base alla loro età”, ha detto a Reuters Michalis Gianakos, presidente della Federation of Public Hospital Workers.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *