Facebook aggiungerà i podcast alla sua app mobile e inserirà il pacchetto nell’audio

Pubblicato in: la media :

San Francisco (AFP)

Facebook ha annunciato, lunedì, che i suoi utenti potranno “ascoltare i podcast direttamente sull’app di Facebook” nei prossimi mesi, poiché il mercato dei formati audio si è diffuso durante l’epidemia, dal podcast alla piattaforma del club.

Il gigante del social networking aggiungerà anche strumenti di creazione audio e brevi formati audio, in particolare “Live Sound Rooms” ispirati al successo della Clubhouse, dove gli utenti ascoltano o partecipano alle discussioni senza l’immagine.

“Più di 170 milioni di persone sono già collegate a centinaia di migliaia di pagine Facebook sul podcast e più di 35 milioni sono membri di gruppi di fan sul podcast – ma fino ad ora dovevi lasciare l’app Facebook per ascoltare gli episodi, “osserva Fiji Simo, il funzionario responsabile dell’applicazione mobile della piattaforma.

“E poiché i podcast che ami sono ancora difficili da trovare, ti aiuteremo a trovare più facilmente nuovi titoli ed episodi in base ai tuoi interessi”, aggiunge.

Facebook ha intensificato da anni i suoi sforzi per rimanere al passo con le ultime tendenze e seguire gli usi di segmenti più piccoli della popolazione, soprattutto emulando le nuove forme e reti che stanno decollando. Ad agosto, la società californiana ha aggiunto “Reels” su Instagram, che sono brevi video copiati dal popolarissimo TikTok.

Sotto l’influenza del servizio di videoconferenza Zoom e poi Clubhouse, Facebook ha ampliato anche le sue funzioni video e audio direttamente, in rete e su Instagram.

Lunedì il gruppo ha dichiarato che testerà il suo “live audio” tra le decine di milioni di gruppi attivi sulla piattaforma. Dovrebbe essere disponibile per tutti i suoi utenti entro l’estate.

READ  sorprendente! L'impatto della meteora avrebbe influito sulla vita umana

Anche influencer (attori, attivisti, ecc.) E hobbisti potranno utilizzare i nuovi strumenti di creazione audio, in particolare per registrare clip audio (“Voice”), formato che verrà testato nei prossimi mesi. Potrebbe essere, ad esempio, poesie, racconti o persino fumetti.

Podcast e formati audio erano popolari prima della pandemia, ma le misure di contenimento e la fatica del tempo trascorso davanti agli schermi hanno contribuito a decuplicare la mania per le piattaforme che consentono di ascoltare o interagire senza fissare gli occhi sul laptop o computer.

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *