Facebook (la società) potrebbe cambiare nome presto

Una nuova era con un nuovo nome per Facebook? secondo Sito specializzato The VergeL’azienda californiana, che sta attraversando un periodo di fermento, dovrebbe annunciare la prossima settimana la creazione di una nuova casa madre per presidiare i suoi vari servizi (il social network Facebook, Instagram, WhatsApp, Oculus, ecc.).

Obbiettivo ? Guarda al futuro, in particolare al “Multiverso”, quell’universo interconnesso che mescola realtà virtuale e aumentata, che Mark Zuckerberg considera il futuro del web. Ma i suoi critici sostengono che allontanarsi da un nome che è diventato tossico dopo ripetute polemiche non è un gioco di prestigio.

Secondo The Verge, il nuovo nome dovrebbe essere rivelato alla conferenza Connect di giovedì 28 ottobre. È custodito gelosamente all’interno dell’amministrazione e si dice che sia intrinsecamente legato al multiverso ea Horizon, la piattaforma social virtuale sviluppata da Facebook.

Facebook non sarà il primo a farlo. Nel 2015, Google ha creato l’architettura Alphabet (su cui si basano Google, Waymo, Deepmind, Verily, ecc.). Ma il nome non si è mai diffuso tra il grande pubblico. Snapchat si è anche rinominato Snap nel 2016.

” cambiare argomento “

“Facebook crede che cambiare il suo nome possa aiutarlo a cambiare argomento”, ha affermato in una nota l’associazione anti-Facebook, che ironicamente si autodefinisce “Real Facebook Oversight Board”. “È un segno che sono disposti a fare qualsiasi cosa per distogliere l’attenzione dalla loro incapacità di ripulire le loro piattaforme piene di odio. Qualunque cosa si chiami, il problema rimane, (…) hanno bisogno di una regolamentazione reale e indipendente subito, ” continua l’associazione.

“Se dai un nuovo nome a un prodotto che non funziona più, le persone capiranno rapidamente che il nuovo marchio ha gli stessi problemi”, ha twittato Benedict Evans, un analista indipendente specializzato nella Silicon Valley. “L’approccio migliore è risolvere il problema e quindi creare un nuovo marchio che rifletta il nuovo prodotto”, ha continuato.

READ  Lo schermo è davvero così grande

La società, che da anni conduce scandali, ha attraversato un periodo particolarmente difficile da quando France Haugen, ex dipendente del whistleblower, ha fatto trapelare documenti di stampa interni e ha accusato la piattaforma di anteporre “i profitti alla sicurezza” dei suoi utenti. Raramente repubblicani e democratici eletti sembrano approvare il tentativo di regolamentare la società. Cambiare il nome non cambierà quello.

You May Also Like

About the Author: Dario Calabresi

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *