Fusione TF1-M6: programmi, canali … cosa cambia davvero

“Nuova nascita”. A livello nazionale, questo è il nome in codice dato al nuovo Media Super Group, il giorno dopo che DF1 ha acquisito una partecipazione del 30% in M6. L’accordo è stato formalizzato lunedì sera, ma non dovrebbe essere efficace prima della fine del 2022.

Qual è l’impatto sui programmi?

“Inizieranno L’amore è in Co-Landa E Balla con il miglior pasticcere “Scherza Pierre-Antoine Damcore presentando la seconda parte della serata,” La Francia ha un talento incredibile “sulla M6”. Finalmente possiamo battere Karen Le Merchant e Stephen Rottenberg. Grande competizione di animatori. I due principali canali continuano a trasmettere i grandi marchi che compongono la loro identità: “Voice” e “HPI” in prima pagina, “Top Chef” e “Scans de Homes” in prima pagina e “Codidian” in TMC il sesto.

TF 1 e M 6 andranno sempre in guerra?

Sorge la domanda sulle prossime forme da mettere in aria. “Con questo acquisto, ci saranno meno equazioni, meno rischi, un produttore più grande teme. Se oserà M6 Storia del pavimento, Che è soprannominato TF 1. Da allora, è stato il primo modificatore di un progetto all’estero di successo. Lo abbiamo visto con il TF 1 di recente istituzione Bravi cantanti Griglia in poche settimane Fammi vedere la tua voce M 6. “

In definitiva, l’acquisizione sembrerebbe essere la fine di una guerra spietata in cui tutti i colpi sono stati autorizzati ad attirare le donne sotto i 50 anni che erano l’obiettivo preferito degli inserzionisti a fare acquisti. “Assicurati che entrambe le catene non disegnino la loro grande scatola la stessa sera”, ha detto il leader dei Sixs.

Nella pagina RTL, puoi vedere i cambiamenti di questa estate. “Nella nostra mente, abbiamo già cambiato il nostro software”, spiega un radio manager. Ian Pardes, Camille Campbell, Nicos Alacas o Harry Roselmake hanno profili interessanti, mentre finora ci è stato vietato di prendere personalità da DF1. È a causa di questa istruzione che Christoph Beaugrand (Nota dell’editore: Les Cross Dead e in prima pagina e LCI) Sebbene questa sia una vera svolta, non è più presentata con noi. “

READ  Due clip di Rick e Morty sono state rilasciate "nella vita reale"

La redazione di TF 1 e M 6 si unirà?

Non è possibile. TF1 ha circa 400 giornalisti per produrre i suoi due rapporti quotidiani e il canale di notizie LCI. Nella pagina M6, ci sono 80 per “Le 12:45” e “Le 19:45”. I giornalisti di entrambi i canali hanno gli occhi fissi su RDL in particolare. Negli ultimi anni, Nicholas de Tavernost, il proprietario dell’identità di M6, che ora è a capo della fusione dei due gruppi, ha costruito ponti tra RDL Radio e M6. Dovrebbero crescere, soprattutto con LCI. “Questa è la logica delle cose”, conferma un dirigente in prima pagina.

Il primo risultato potrebbe essere una co-trasmissione dello spettacolo mattutino RDL a LCI. Perché BFMTV, RMC e Franceinfo Radio and Television lo stanno già facendo. Questo tipo di pooling è anche al centro del piano di Vincent Pollard per Europe 1, che vuole trasmettere anche il programma della CNN di Eric Zemmer o l’aria di Morantini. “Considerando il piccolo pubblico della LCI mattutina, questo è urgente”, afferma Jeep come concorrente.

Come si sente internamente questo matrimonio?

Due gruppi, due atmosfere. Pagina M6, che è un grande sollievo. “La nostra peggiore paura è mangiare con salsa Pollore”, ha detto un membro del gruppo guidato da Nicola de Tavernost. La sua cosa è abbattere le porte e mettere i suoi uomini fidati. Con TF 1, almeno, parliamo la stessa lingua. “Nella sede centrale, il sentimento è molto contrastante. Questa è una posizione particolarmente importante occupata da Tavernost. Uno dei manager di LCI afferma:” Ci siamo lasciati dalla nostra sedia. Nessuno lo immaginava nel titolo assoluto. Supervisiona l’intero team, il che significa che utilizza i metodi di gestione di M6 su tutte le piattaforme, cercando di migliorare i profitti e aumentare i rating del mercato azionario. “

READ  Ricoverato in ospedale dopo aver consumato alte dosi di TMX: Rapper è morto

E le catene extra?

Da un lato, TF 1, TMC, LCI, TFX, TF 1 Cinéma Séries. D’altra parte, le premiere di M6, W9, 6star, Gully e Paris. Un totale di dieci canali. Questo è tre molto alto: il resistore di concentrazione audiovisivo impedisce allo stesso gruppo di avere più di sette frequenze TNT. La Une può così creare tre società, pur continuando ad offrire i suoi marchi su ADSL, cavo e satellite.

In Viewfinder, i canali che classificano il pubblico sono le notizie, ad eccezione di: Paris Premiere, 6Der, Gully e DF1 Series Films, che condividono meno del 2% del pubblico ad aprile. Progetto B: assegnali a un altro gruppo. La Une ha già esplorato diversi potenziali acquirenti.

Cosa pensa la concorrenza?

Sulle televisioni francesi, scommettiamo che DF1 vincerebbe azioni per diverse settimane. A quote più elevate, vediamo favorevolmente questo recupero. “Sarebbe facile sottolineare la nostra differenza contro un concorrente invece di due”, afferma il membro del team. Il Comitato Generale vede anche la possibilità di riprendere il dibattito sulla pubblicità dopo le 20:00, soppresso da Nicolas Sarkozy nel 2009 su richiesta di DF1 e M6. Con un fatturato di quasi 3,5 miliardi. Affari e una posizione dominante sul mercato pubblicitario, il team TF 1 / M 6 deve convincere i funzionari pubblici.

TF 1 e M 6 staranno sulle piattaforme statunitensi?

“Una risposta francese alle sfide delle piattaforme globali”, si sono vantati lunedì sera TF 1 e M 6 in una dichiarazione congiunta. Se la nuova compagnia diventa un giocoliere televisivo in Francia con i suoi rivali Canal + e la televisione francese, continuerà ad essere un nano anti-americano. Il gruppo TF1 investe meno di 1 miliardo all’anno nei suoi progetti (33 833 milioni nel 2020) e M6 per circa மில்லியன் 500 milioni (4434 milioni nel 2020). Netflix, che ha 8,6 milioni di abbonati solo in Francia, prevede di investire 19 miliardi di dollari nei suoi prodotti entro il 2021.

READ  Questo è il cartellone pubblicitario per la nuova versione di WrestleMania

Per quanto riguarda TF1, ha bisogno di una piattaforma per portare la sua narrativa più venduta, “Il Bazar de la Virtue”. Il boss di Netflix è senza dubbio più preoccupato per la fusione di TF1 e M6 rispetto alle altre maggiori transazioni finanziarie della settimana: i magri 9 miliardi di dollari dell’acquisizione da parte di Amazon del famoso studio MGM.

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *