Gli acchiappafantasmi stanno spaventando il regista

Morelia: La notte prima delle riprese di Ghostbusters: The Legacy, Jason Reitman era molto spaventato.

Era sulle sue spalle per continuare la saga iniziata da suo padre nel 1984 che è diventata il maggior incasso negli Stati Uniti e nel mondo con quasi 400 milioni di dollari raccolti, al di sopra di Gremlins, Karate Kid, Indiana Jones e Temple of Doom.

All’epoca, Jason aveva sette anni e non sapeva esattamente cosa avesse fatto suo padre, Evan Reitman, direttore del primo lotto.

“Non ti rendi mai conto che un film è qualcosa che è stato fatto, sembra sempre un sogno che si avvera e mi ci sono voluti anni per rendermi conto che mio padre era l’artefice di quei sogni”, dice in un’intervista.

Ma nel 2019, a poche ore dall’inizio della sua avventura, la paura lo ha preso. Non sapeva perché era stato accettato e cosa ci faceva lì.

Il giorno dopo, ancora nervosa, inizia le riprese della storia in cui arriva una madre single con i suoi figli, i quali a loro volta non sanno che il loro nonno era il creatore di fantasmi Egon Spengler (Harold Ramis, 1944-2014).

“La notte prima delle riprese del film è il momento più spaventoso nella vita di un regista. Ovviamente ero completamente sbalordito”, dice.

“Fortunatamente mio padre, che era accanto a me, è stato lì tutto il tempo mentre lo realizzava e affrontava problemi di esercizi cinematografici, e trovava le stesse soluzioni che aveva trovato negli anni ’80 e nel senso che ho sentito nella sua vita da scarpe, mi ha incoraggiato a fare le stesse scoperte insieme”, conferma.
Jason è in questa città per presentare Ghostbusters: Legacy al Morelia International Film Festival, che uscirà nelle sale il 18 novembre.

READ  Lady D: Ha sposato sua nipote Kitty Spencer in Italia

Il film si concentra principalmente su una ragazza (McKenna Grace, Young Sheldon), che traccia la serie di Jason nel mostrare forti eroine femminili come ha effettivamente fatto in Giunone, crescendo, correndo e inciampando e amore senza sosta.

“È importante che si rendano conto che possono fare cose importanti”, afferma.

Credi nei fantasmi? Il regista ride. Dice che non sa se esiste, ma l’ignoto va sempre accettato.

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *