Global FinTech Report 2021: le banche tradizionali vogliono resistere alle società fintech di successo con filiali puramente digitali

Il World FinTech Report 2021 si concentra sul fintech e sul settore bancario tradizionale, che hanno entrambi un forte inizio in altre aree.

Global FinTech Report 2021 di Capgemini E il IFMA I suoi risultati si basano su fonti di ricerca primarie provenienti da 33 mercati e paesi, compresa la Svizzera.

Lo sviluppo attuale a colpo d’occhio

Gli autori dello studio riassumono lo sviluppo centrale nelle FinTech e nelle banche nella seguente formula breve:

Le FinTech si stanno avvicinando alla fase successiva: la redditività. Non solo hanno dimostrato la loro resilienza durante la pandemia COVID-19, ma hanno anche raggiunto una crescita a due cifre nonostante le sfide operative e finanziarie a livello di settore. In risposta alla crescente popolarità del fintech tra i consumatori e all’aspettativa di redditività a breve, le banche tradizionali stanno costruendo unità puramente digitali per gestire segmenti di clientela specifici.

Questo sviluppo globale è visibile anche in Svizzera attraverso molte nuove iniziative, progetti e applicazioni, ad esempio con Frankly di Zürcher Kantonalbank, con CSX di Credit Suisse o con l’ultimo lancio, Neo-Bank Yuh di Swissquote e Postfinance.

FinTechs – Hanno successo e stanno guadagnando terreno

Durante la chiusura della pandemia, i costi per il personale FinTech, la preparazione dei clienti e il data warehousing sono aumentati notevolmente. Pertanto, più della metà di queste società (51%) si aspetta il doppio delle proprie riserve di capitale.

Ma nonostante l’ambiente volatile, il settore fintech ha registrato una crescita dell’11% su base annua dell’attività di investimento nel quarto trimestre del 2020, dopo quattro anni consecutivi di declino. Per le FinTech nelle fasi finali delle loro vite emergenti, gli investimenti sono aumentati del 9% dal 2019 al 2020. Le FinTech con un ampio portafoglio di prodotti stanno ora ottenendo un sostegno crescente da parte degli investitori.

READ  Lufthansa vola su A350 da Monaco a Maiorca

A causa della pandemia, i modelli digitali hanno registrato un’impennata della domanda in tutto il mondo. Ciò ha consentito alle FinTech di guadagnare quote di mercato alimentando la concorrenza nel settore e esercitando pressioni sulle banche esistenti. Il 25% dei consumatori globali alla ricerca di un accesso più rapido, servizi personalizzati e convenienza afferma che proverà i prodotti bancari dei cosiddetti nuovi arrivati.

Banche tradizionali – (ancora) approfittando del salto di fede

Sebbene i consumatori accettino sempre più il fintech, si fidano ancora delle banche tradizionali. Il 68% ha affermato che avrebbe provato un’offerta puramente digitale dalla propria banca locale.

Tuttavia, secondo il rapporto, la patch tecnica decennale e le vecchie tecnologie interconnesse pongono importanti sfide di trasformazione per le banche consolidate. Inoltre, le scosse di assestamento COVID-19 mostrano che le misure di rinvio non sono più un’opzione.

Klaus George Mayer Head of Business and Technology Innovation for Financial Services presso Capgemini, Germania, ritiene che i viaggi digitali ispirati dalla tecnologia finanziaria per le banche dovrebbero diventare il percorso verso il futuro su un ampio fronte. Tuttavia, secondo Meyer, gli attori dovranno procedere in modo mirato, soprattutto perché non ci sarà un approccio unico per tutti. Questo è il motivo per cui le banche non possono progettare tutte le filiali digitali secondo lo stesso modello. Mayer riassume le prospettive per banche e società finanziarie con uno sguardo al futuro:

Gli attori che possono raggiungere oggi una crescita e una redditività a lungo termine scriveranno le storie di successo dell’era fintech di domani.

La strada per esperienze digitali senza soluzione di continuità con ostacoli

Le banche affermate vogliono utilizzare i loro punti di forza (portata globale e alta fiducia dei clienti) e allo stesso tempo eliminare i loro punti deboli (IT obsoleto e scarsa esperienza del cliente) per mantenere la loro rilevanza in futuro. L’attenzione si concentra sull’esperienza del cliente e le banche stanno ora realizzando il potenziale delle interazioni digitali senza interruzioni.

READ  Gerrard Lanvin: Perché la paternità di suo figlio Manu lo ha "infastidito"

Tra i direttori bancari intervistati, il 63% ha affermato che una filiale puramente digitale renderebbe i servizi bancari disponibili ovunque. La metà (50%) afferma di poter portare nuovi prodotti sul mercato più velocemente attraverso queste unità. Il 52% ritiene che ciò faciliterà la collaborazione con l’ecosistema grazie alla funzionalità plug-and-play.

Il report identifica tre metodi per le banche esistenti che desiderano costituire una filiale puramente digitale:

Da zero (Greenfield), basato su strutture parzialmente esistenti (Brownfield) o in un mix di sistemi esistenti e nuovi (Bluefield). Il metodo di campo corretto è raccomandato per tutti e tre gli approcci, che definiscono la visione, sviluppano una solida base e stimolano la crescita a lungo termine attraverso una cultura del nutrimento.

Tuttavia, modi di pensare e modelli di business obsoleti ostacolano il percorso radicato delle banche verso una banca puramente digitale. I dirigenti intervistati hanno affermato che la società madre non fornisce un supporto sufficiente a lungo termine (47%) o che la disgregazione strategica a breve termine della base clienti della società madre è inaccettabile (43%). Inoltre, più della metà degli intervistati (55%) ha affermato di avere difficoltà a gestire presentazioni inadeguate puramente digitali.

Poiché le FinTech continuano a guadagnare influenza e quota di mercato, secondo il rapporto, le banche convenzionali dovranno sviluppare un modello ibrido in cui modernizzano le operazioni di middle e back office dietro le quinte creando contemporaneamente più unità puramente digitali per servire i singoli segmenti di clientela.

Efma – Direttore esecutivo John Berry Formulare una raccomandazione e un avvertimento:

La pandemia ha reso più difficile il tradizionale ambiente bancario al dettaglio: se le banche consolidate devono rimanere rilevanti, ora è il momento di incorporare la finanza negli stili di vita dei clienti e adottare modelli basati sulla piattaforma: la procrastinazione non è più un’opzione.

Le banche sulla via del green banking?

Oltre alla pressione competitiva sul mercato, le banche consolidate sono anche sottoposte a crescenti pressioni sociali e normative in direzione di offerte verdi e sostenibili.

READ  ▷ New Business / TERRITORIO assicura il budget per il content marketing per Generali e…

Secondo il sondaggio 2021 “Voice of the Customer Global Consumer Banking”, il 65% dei consumatori di tutto il mondo desidera che le banche riducano il proprio impatto ambientale attraverso operazioni senza carta, il consumo di energie rinnovabili e la fornitura di carte biodegradabili.

Buone notizie e cattive notizie allo stesso tempo: quasi un terzo dei consumatori pagherà un premio per prodotti e servizi rispettosi dell’ambiente, oppure potrebbero passare a un altro fornitore di prodotti ecologicamente e socialmente responsabili.

Le banche esclusivamente digitali sono naturalmente ben posizionate per supportare risorse finanziarie sostenibili, attraverso operazioni senza carta e senza una rete di filiali.

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *