Haley critica la mossa “pericolosa” di Biden di tornare al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite come un “lavandino”

tranne: un ex ambasciatore alle Nazioni Unite Nikki Haley Giovedì rip Presidente Biden La mossa per ricongiungersi al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite – che è stata scatenata da polemiche sugli abusi dei diritti umani tra i suoi membri, che Haley ha definito un “sink”.

“Se il presidente Biden si preoccupa veramente dei diritti umani, ci terrà fuori dalla voragine del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite”, ha detto Haley in una dichiarazione a Fox News.

l’elezione di Cuba, Cina e Russia al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite; I marchi americani sono una “farsa”

Gli Stati Uniti sono stati eletti giovedì al consiglio dopo che l’amministrazione Biden ha presentato domanda di adesione all’inizio di quest’anno. Ciò significa che gli Stati Uniti torneranno al Consiglio dopo che l’amministrazione Trump ha lasciato il Consiglio nel 2018 a causa dei pregiudizi dell’organismo contro Israele e della violazione dei diritti umani tra i suoi membri.

I suoi attuali membri includono Cina, Cuba, Eritrea, Russia e Venezuela, alcuni dei peggiori violatori al mondo dei diritti umani e dei regimi brutali.

“L’America l’ha lasciata sotto il presidente Trump perché ci siamo rifiutati di prestare la nostra credibilità, come nazione più generosa del mondo, per coprire i peggiori tiranni e dittatori del mondo”, ha detto Haley. [Biden’s] Le azioni di oggi non sono solo imbarazzanti; Sono pericolosi”.

I critici hanno accusato il consiglio di un pregiudizio schiacciante nei confronti di Israele, osservando che Israele viene regolarmente discusso e condannato dal consiglio, mentre le violazioni dei diritti umani da parte di altri stati, compresi gli stati membri del consiglio, vengono ignorate.

READ  Decine di turisti multati dopo che la polizia ha sequestrato 200 chili di sabbia e conchiglie sottratte alle spiagge sarde

Al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite, 53 paesi sono tornati alla soppressione di Hong Kong, il drago cinese

nel 2020, 53 paesi nel consiglio, guidata da Cuba, per sostenere la legge repressiva sulla sicurezza nazionale cinese, la legge che ha costituito la base della campagna del regime comunista contro il popolo di Hong Kong.

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

È venuto dopo Cina È stato nominato in un comitato del consiglio per aiutare a selezionare i candidati per posizioni importanti.

Biden aveva promesso che gli Stati Uniti si sarebbero riuniti al consiglio se fosse stato eletto alla Casa Bianca e che la sua amministrazione avrebbe “assicurato che quell’organismo aderisse veramente ai suoi valori”.

Tra i paesi al ballottaggio di giovedì, insieme agli Stati Uniti, ci sono Eritrea, Somalia, India, Qatar, Honduras, Argentina e Lussemburgo. In una dichiarazione, l’attuale ambasciatore delle Nazioni Unite ha affermato che gli Stati Uniti “utilizzeranno ogni strumento a nostra disposizione, dall’introduzione di risoluzioni e emendamenti all’esercizio del nostro voto quando necessario. I nostri obiettivi sono chiari: schierarsi con i difensori dei diritti umani e denunciare i diritti umani”. violazioni e abusi».

Ha inoltre promesso che gli Stati Uniti si opporranno all'”interesse sproporzionato del Consiglio in Israele” e “premeranno contro l’elezione di paesi con eclatanti precedenti in materia di diritti umani e incoraggeranno coloro che sono impegnati a promuovere e proteggere i diritti umani sia nei loro paesi che all’estero a chiedere l’adesione .”

Ben Ivansky di Fox News ha contribuito a questo rapporto.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *