I fratelli Bodalide deridono gli eccessi della “nazione nascente”

Con loro tornano il regista Bruno Bodalides e suo fratello Denis 2 AlfredoCommedia ambientata nel mondo delle startup. Un film che guarda al mondo ansioso e ottimista che gli adulti lasciano ai bambini.

Regista di commedie poetiche e gay come ciao Perth E il come un aereoBruno Podalydès torna mercoledì 16 giugno con 2 Alfredo. Selezionato al Festival di Cannes 2020, questo film ambientato nel mondo delle startup racconta la storia di un disoccupato, Alexandre (Denis Bodalides), che deve nascondere l’esistenza di suo figlio per lavorare. Il suo incontro con Arcimboldo (Bruno Podalydès), il suo “imprenditore”, capovolgerebbe la sua visione del mondo.

Se l’idea di questo mondo senza figli sembra crudele, Bruno Bodalides la tratta con la sua solita gentilezza e poesia. “Non sto necessariamente cercando di essere giocoso, e ancor meno poetico”, tuttavia, difende il regista. “Sembra così. Grazie agli spettatori, scopro come viene interpretato il film”. Se parlare dell’umanizzazione delle nuove tecnologie e della grandezza del lavoro è divertente nel cinema, allora l’argomento rimane “triste, drammatico nella vita reale”, ammette.

Non una critica alla nazione emergente

2 Alfredo Si presenta come una continuazione spirituale di come un aereo (2015), una commedia su un designer di computer grafica che decide durante la notte di lasciare il suo lavoro per remare su un fiume. Cinque anni dopo, questo sogno rurale alternativo è svanito. Lo scisma sta ora «nella continua trasformazione dei paesaggi urbani», come fa notare Bruno Podalides, al quale 2 Alfredo Non una critica alla nazione emergente, ma un atto di speranza:

Il punto di partenza per come un aereo È lo stesso di 2 gratisDott.. Il mio personaggio lavora nel campo della computer grafica. È molto astratto. Lavora in una scatola, davanti agli schermi, isolato, poi prende l’ombra, ma la tecnologia lo raggiunge. 2 Alfredo Più positivo: c’è l’idea della resistenza. Se ci aiutiamo a vicenda, scherzeremo con questo sistema che dà l’impressione che sia figo mentre guardiamo”.

“Quante scene divertenti ha ispirato l’invenzione della segreteria telefonica?”

distanza data chiara Di Kervern e Delépine, Denis Podalydès è ancora una volta vestito da personaggio che rifiuta questo mondo iperconnesso e ultramoderno. Per pura coincidenza, il fratello Bruno afferma: “Siamo troppi per accorgerci del lato ironico oa volte pericoloso di tutti questi mezzi di comunicazione, ma sto attento a non essere troppo rigido”. Il cinema lo dimostra: Dio vede solo me per me beccaccino passando per Il segreto della stanza gialla E il ciao PerthLe innovazioni tecnologiche sono onnipresenti nel suo lavoro:

“Ogni innovazione crea nuove situazioni di scenario. Quante scene di film divertenti ha ispirato l’invenzione della segreteria telefonica? Dio vede solo me Mai così. Ti permette di scoprire i personaggi. Ora abbiamo Zoom. Ogni volta, rinnova i dispositivi comici. Ci sono sempre nuovi modi per nascondere la tua privacy da trovare. Questa è una grande battaglia. Crea nuove situazioni di furbizia: prima ancora di schiacciare il naso sul telefono, ora è molto più complicato. “

“Compagnia di romanzi”

Ben progettato prima del parto, 2 Alfredo Anticipa l’importanza che il lavoro a distanza e le videoconferenze assumeranno nelle nostre vite. Se le invenzioni del mondo moderno che Bodalides immagina testimoniano la sua prolifica creatività, il suo obiettivo resta quello di “parlare dell’azienda”: “Pensavo fosse una moda, ma mi sono reso conto che era una tendenza importante. Inquina nuovi settori di attività , compreso il servizio pubblico. Troviamo che queste sono le parole che portano ad esso, perché è sempre più utile citarlo in inglese che in francese.

READ  ThyssenKrupp condivide la notizia: ThyssenKrupp con una perdita del 7,2% in una caduta
un poster "2 Alfredo" di Bruno Podalydès
Manifesto “2 Alfred” di Bruno Podalydès © UGC

È anche “Come parlano le macchine”, sussurra: “”Riprogrammazione” di una data”, “Inoltra” di un’email, perché lo dice il programma. Fumetti. Sono strumenti per ostracizzare l’altro. Entriamo in un mondo chiuso. e allo stesso tempo malizioso. Anche: è anche un segno di sottomissione all’uso di queste parole. Gli amministratori delegati non usano quel tipo di linguaggio”.

Diventiamo macchine

Per la colonna sonora, Bruno Podalydès ha utilizzato particolarmente dove verde?, un pezzo dei Daft Punk, i pionieri del French Touch noti per le loro maschere da robot che nascondono i loro volti: “Sono al centro di ciò che chiedo con il film, con le macchine umanoidi di cui stiamo parlando.. . 2 AlfredoGli iPhone si baciano per scambiarsi dati e diventiamo macchine dicendo che siamo “in vacanza”. “

Girato in digitale, questo poster del film è stato prodotto a mano dal designer Charles Berberian. Bruno Podalydès ha privilegiato questo ritorno all’artigianato rispetto ai tradizionali manifesti promozionali con immagini del prodotto finito. Una scelta saggia che testimonia la pura tenerezza di un film che intravede contemporaneamente l’ansia e l’ottimismo del mondo che gli adulti lasciano ai bambini.

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *