I GS Warriors hanno superato il primo tempo spaventoso, battendo i Philadelphia Sixers

SAN FRANCISCO – La prima metà della partita della vigilia del Ringraziamento ha visto probabilmente una delle peggiori prestazioni del primo tempo dei Warriors quest’anno. Ma questi guerrieri non hanno problemi a superare il loro peggio. Guidati da Juan Toscano Anderson e Jordan Paul, i Warriors hanno superato i 19 punti per sconfiggere i Philadelphia 76ers 116-96, con una vittoria di 20 punti.

Questo tempo è stato disegnato principalmente attraverso il primo quarto inattivo e sciolto in cui i Warriors hanno segnato 23 punti e hanno sparato 8 su 19 (42%) dal campo e 3 su 9 su tre.

Il sonno peggiorato di Golden State era la difesa soffocante di Philadelphia che si è rivelata buona per affondare il movimento della palla dei Warriors. Curry ha chiuso con mezzo 5 su 10 e 3 su 7 da tre punti, tenendo vicino a sé Danny Green e i Sixers.

La difesa NBA sembrava porosa contro i Sixers, che stavano attaccando dribblando e facendo molti errori di tocco. Draymond Green è finito in guai fatali con quattro falli personali prima del primo tempo.

A metà del secondo quarto, i Warriors sono scesi di 19 punti, il più grande deficit della stagione di quattro punti. Con i minuti che si avvicinavano al primo tempo, i Warriors si sono impegnati in difesa con Greene dalla panchina e sono saliti a un deficit di nove punti dopo che Jordan Bull ha sparato un calcio a eliminazione diretta da metà campo per terminare la partita.

Sembrava un avvertimento per i Warriors nel secondo tempo mentre uscivano dal loro torpore. I Warriors sono balzati in vetta nel terzo quarto.

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *