I Muse hanno pubblicato “Won’t Stand Down”

Dopo una lunga attesa, i Muse sono tornati sul ring”.Non si fermerà”, L’inno che è pronto a brillare nelle arene. È stato prodotto dalla band e mixato da Don Lancaster (Bring Me the Horizon).

“Il caos è sotto controllo”, Ha descritto la squadra britannica in un comunicato. Chitarra grave e distorsioni industriali Amplifica i fantastici testi di Matt Bellamy sul recupero del potere.

Per saperne di più: Muse ha sedotto l’Argentina con la sua “teoria della simulazione”

Il messaggio “Non starò fermo”

“È una canzone sulla resistenza al bullismo, sia nel parco giochi, sul posto di lavoro o ovunque”, ha descritto il cantante e chitarrista. Proteggici dalle estorsioni e dalle manipolazioni sociologiche Affronta le avversità con forza, sicurezza e determinazione”.

Chi ha diretto il video Jared Hogan (“La donna in rosso”, “Joji”) e girato a Kiev, in Ucraina. Le immagini presentano una figura debole e misteriosa, che usa l’energia combinata di un esercito oscuro per trasformarlo in una creatura sviluppata.

In questi giorni, tutti e tre si stanno preparando a rilasciare un nuovo prodotto.

Muse ha sedotto l’Argentina con la sua “teoria della simulazione”

L’ultima visita nel paese è stata nell’ottobre 2019 Ippodromo di Palermo Con spiegazione ufficiale teoria della simulazione, Il suo ottavo album.

Grip e potente elenco di oltre 20 tracce. Lo spettacolo comprendeva ballerini, un batterista gigante e singoli “Algoritmo”, “Salita”, “Pressione” e “Cavalieri di Sidonia”, tra gli altri.

Al tempo, capi Kaiser, Il team britannico incaricato di aprire la giornata. Airbag Quel giorno era responsabile della quota nazionale Scaldava i motori.

Un po’ di storia

Tutti e tre lo finiscono Domenico Howard Y Chris Wolston a casa. Teoria della simulazione Ha debuttato al primo posto e la musa è stata descritta al primo posto nel Regno Unito al loro debutto.

Il precedente, Drones, è stato rilasciato nel giugno 2015 e ha vinto un Grammy Award Miglior album rock Secondo dopo la band nel febbraio 2016 – dalla sua creazione nel 1994, i Muse hanno pubblicato otto album in studio, vendendo oltre 20 milioni di unità in tutto il mondo.

Muse è riconosciuto per la sua piattaforma interessante. Nel corso della sua storia, ha vinto numerosi premi, tra cui due Grammy, un American Music Award, cinque MTV Europe Music Awards, due Brit Awards, undici NME Awards e sette Q Awards.

READ  Sono all'incontro amatoriale

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *