I True Decades svelano il loro “DNA” nel loro 35esimo anniversario – il mondo

“Felicità, malinconia, ‘sca’, depressione, fedeltà e nichilismo” sono parole che la maggior parte dei dodici membri della band argentina esprimono nel momento sbagliato per descrivere il proprio DNA di gruppo.

“Un po’ di tutto” si sente tra il mormorio delle voci Jorge Serrano Menziona l’idea: “Sezione ADN È successo perché abbiamo iniziato a registrare le schede dei brani e ci siamo resi conto che tutto era indietro rispetto agli anni ’90, e tutto ci ha fatto comporre musica “, dice.

Ti ricordi Martin “Mosca” Lorenzo, Il progetto è stato lanciato nel 2016 ma è stato interrotto dalla chiamata di MTV a far parte di un gruppo selezionato di artisti latini con l’album “Unplugged”.

Nel 2018 i musicisti hanno ripercorso il lungo viaggio con l’album Festa nazionale (MTV Unplugged), In cui hanno riscoperto le loro migliori canzoni, e ora, nell’ambito del loro 35esimo anniversario, vanno oltre rivisitando le loro influenze lungo il percorso musicale, insieme ad amici e artisti diversi.

Autentica “A”

Diviso in tre volumi “A”, “D” e “N”, il programma porterà un totale di 24 brani.

Per la presentazione di questa prima puntata – chiamata “A” – gli argentini sono a Città del Messico e affermano che questo album è un tributo agli artisti. Luis Alberto Spinetta, Sumo, Virus, tigri, Niente Nonni, Tra gli altri.

Ma hanno invitato artisti come loro a realizzarli Natalia Loforgate, pantalone cinese, Panteon Rococò, pappagalli, Ruben Rada Oh Santa Feria.

“La scelta dei temi è una miscela delle idee di tutta la band, quando uno esce con una canzone, un altro è l’ospite e un altro è la versione”, afferma Martin.

READ  Nicki Minaj esplode su Twitter, smentendo la storia della più famosa collaborazione di Jesse Javin Music

Tuttavia, cantano la “cover” che hanno fatto per la canzone con emozione La vita è vivere, L’unico a cui manca la collaborazione e “tutto non dovrebbe essere in un modo, questo è un album collettivo ma ce n’è uno a cui manca” dice “Mosca”.

Sebbene la maggior parte dei materiali, le difficoltà che l’infezione ha portato e molte delle caratteristiche siano state registrate da casa, è chiaro quando Martin, il produttore artistico dell’album, spiega che “questa non è una domanda”. Di un album di casa”.

“Questo album è unico nel suo genere e di buona qualità. Una cosa buona che ha portato l’epidemia è stata che molti di noi che non sapevano come registrare hanno appreso che eravamo in grado di tenere questo album, non potevamo in questo momento. Resta insieme”, aggiunge.

Loforgate e Incontri

“Penso di aver fatto una collaborazione”, dice Serrano, mentre Natalia è tornata nel suo studio di registrazione dopo aver incontrato tutti i membri dei Los Adentigos Decadentus che stavano registrando nella stanza accanto.

Soffia nel cuore Tema di quel primo incontro pubblicizzato da Gustavo “Kucho” Parisi, La voce della band.

“È andato in bagno, ho iniziato a parlare, gli ho detto che ero una fan della mia ragazza, e dopo un po’ gli ho detto di incontrare i diaconi, ero nervoso, e quando è venuto ho iniziato a scherzare così. Salutava tutti e veniva dritto e cantava”, ricorda Parisi.

Secondo Serrano, puoi vedere la naturalezza dell’incontro nel video che accompagna questa collaborazione solista altamente potenziata e la canzone che è in prima linea nella classifica musicale.

Più vita per “Ska”

Nito Montecchia, il chitarrista della band, è convinto che “Ska” continui ad avere una grande forza, e molti festival dedicati a questo genere ne sono una testimonianza.

READ  Segnala un attore stabile ricoverato in ospedale per trombosi

Allo stesso modo, Kucho ammette di essere costantemente stupito ogni volta che vede le emozioni e la danza che la sua musica crea mentre è sul palco.

“Essere in un certo senso è permanente, non è una moda adolescenziale, abbiamo più di 50 anni e continuiamo a ‘sca’”, ordina Parisi.

In questo senso, Martin promette che l’album “T” sarà con l’essenza del forte “Ska” nel trio, ma si aspetta che sia “molto messicano”.

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *