I vaccini COVID aumentano negli Stati Uniti mentre Delta infuria e Omicron incombe all’orizzonte

Ingrandisci / Le persone si mettono in fila fuori dal sito di vaccinazione gratuito COVID-19 che ha aperto oggi in un condominio in Hubbard Place il 3 dicembre 2021 a Washington, DC.

Tra una furiosa ondata delta e timori per Omicron, gli Stati Uniti giovedì hanno somministrato 2,2 milioni di dosi del vaccino COVID-19, il più alto totale di vaccini in un giorno da maggio, poco dopo che i vaccini sono stati resi ampiamente disponibili per gli adulti.

Secondo Jeff Zents, il coordinatore della risposta COVID-19 della Casa Bianca, più di un milione di colpi somministrati ieri erano dosi di richiamo. Ad oggi, quasi 200 milioni di americani, quasi il 60% della popolazione, sono stati completamente vaccinati e 44 milioni sono stati completamente vaccinati e potenziati.

“Questo è un progresso significativo”, ha detto Zenitz durante una conferenza stampa venerdì. “I vaccini ovviamente rimangono il nostro strumento più importante… Se sei stato completamente vaccinato prima di giugno, è ora di fare un richiamo. Se non sei stato vaccinato, fai la prima vaccinazione oggi. E se i tuoi figli hanno cinque anni o più e hanno Sono ancora vaccinati, quindi fai vaccinare anche loro”.

I vaccini attuali sono altamente efficaci contro la variante delta, che è ancora prevalente a livelli estremamente elevati a livello nazionale. Giovedì gli Stati Uniti hanno contato quasi 140.000 nuovi casi di COVID-19 e i casi sono di nuovo in aumento.

“So che le notizie si concentrano su Omicron”, ha detto durante il briefing la dott.ssa Rochelle Wallinsky, direttore dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. “Ma dobbiamo ricordare che il 99,9 per cento dei casi nel paese in questo momento sono delta”, ha detto. “Le nostre raccomandazioni per la protezione contro il COVID rimangono le stesse, indipendentemente dall’alternativa”.

READ  Perché i palloncini legati agli esplosivi sono l'ultimo focolaio delle tensioni tra Israele e Hamas?

Walinsky ha continuato a sottolineare l’importanza di vaccini, booster, travestimento indoor in luoghi pubblici, lavaggio delle mani, migliore ventilazione, distanza fisica e test.

Vaccini

I funzionari sanitari concordano ampiamente sul fatto che queste strategie di prevenzione saranno ancora efficaci contro l’omicron, anche vaccini e booster. Questo nonostante il fatto che ci siano domande senza risposta sulla capacità di Omicron di eludere le risposte immunitarie stimolate dai vaccini. La variante altamente mutata contiene una serie di cambiamenti noti per contrastare alcuni anticorpi neutralizzanti che impedirebbero al virus di causare infezioni e malattie.

Ma gli immunologi hanno confermato nei giorni scorsi che anche bassi livelli di anticorpi neutralizzanti possono essere protettivi. Ci sono anche molti anticorpi non neutralizzanti che saranno ancora in grado di attaccare l’omicron e questi anticorpi possono reclutare cellule immunitarie protettive per aiutare a combattere il virus. Le dosi di richiamo aumentano i livelli di anticorpi neutralizzanti e non neutralizzanti e le dosi possono anche aumentare la diversità di tali anticorpi. Inoltre, esistono anche robuste risposte immunitarie cellulari, che non sono dipendenti da anticorpi e che probabilmente rimarranno efficaci contro la temuta variante. Come gli anticorpi, anche le risposte cellulari sono potenziate dagli agonisti terziari.

In generale, gli esperti sanitari si aspettano che Omicron ridurrà in qualche modo l’efficacia dei vaccini attuali. Ma sono anche fiduciosi che i vaccini e i richiami continueranno a fornire una certa protezione contro l’omicron.

“Anche se non l’abbiamo ancora dimostrato, ci sono tutte le ragioni per credere che se sei vaccinato e potenziato, avrai almeno un certo grado di protezione incrociata e molto probabilmente contro malattie gravi, anche contro la variante omicron”, ha detto l’esperto di malattie Anthony Fauci durante il briefing.

READ  45 turisti della Macedonia del Nord sono morti in un incidente di autobus in fiamme in Bulgaria

diffusione veloce

Le conferme forniscono un certo sollievo poiché i dati iniziali continuano a indicare che Omicron può diffondersi molto più velocemente di Delta e causare più infezioni. Alcune prime analisi dal Sud Africa hanno stimato che la variante potrebbe diffondersi più del doppio della velocità del delta e avere più del doppio delle probabilità di causare una reinfezione in persone che in precedenza avevano avuto COVID-19. Ma ci sono ancora dati limitati e questi risultati non sono stati rivisti o pubblicati su una rivista scientifica. È molto preliminare e dovrebbe essere interpretato con cautela.

I funzionari sanitari prevedono che ci vorranno diverse settimane per raccogliere più dati sulla questione della trasmissibilità degli omicroni, nonché sull’efficacia del vaccino e sulla gravità della malattia.

Da quando i funzionari sanitari hanno attirato per la prima volta l’attenzione internazionale la scorsa settimana, circa 40 paesi in tutto il mondo hanno segnalato casi di oomicron. Gli Stati Uniti hanno annunciato Primo caso mercoledì In California, molti altri stati hanno identificato casi da allora, tra cui MinnesotaColorado, New York e Hawaii.

L’alternativa probabilmente era in circolazione da tempo prima della frenesia delle scoperte. Mentre molti dei casi appena scoperti riguardavano viaggiatori che erano tornati nei loro paesi d’origine dal Sud Africa, alcuni non lo erano, indicando che la trasmissione locale è già in corso negli Stati Uniti e altrove.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *