Il Celtic affronta il duro compito del Real Betis al suo ritorno a Siviglia

Il rookie Ange Postecoglou ha respinto qualsiasi idea che un Celtic impoverito possa partecipare alla gara di apertura dell’Europa League di giovedì in trasferta contro il Real Betis con l’obiettivo di giocare per un punto.

I Parkhead affrontano un test match a Siviglia contro una squadra che è arrivata sesta nella Liga la scorsa stagione.

Ad aggravare il problema c’è il fatto che il capitano del Celtic Callum McGregor, Greg Taylor, Kyogo Furuhashi e James Forrest sono assenti per infortunio, mentre Lil Abada salterà la celebrazione di Yom Kippur.

Tuttavia, Postecoglou non si preoccupa di adottare un approccio cauto nella speranza di assicurarsi un pareggio.

Ha detto: “La mia filosofia è che se vinci le partite, hai buone possibilità di progredire. Questo indipendentemente dal fatto che tu sia in casa o in trasferta, e lo è di più nella fase a gironi.

“Se inizi a pensare di cercare un punto qua e là o provare ad accumulare una certa quantità di punti per arrivarci, non è il tipo di squadra di calcio che vogliamo.

“Andremo là fuori e cercheremo di vincere la partita del calcio. Questo non cambia. Il nostro approccio non cambia.

“Non è che non capiamo la difficoltà dell’avversario o giochiamo fuori casa – lo capisco tutto – ma credo che giocare per ottenere quel tipo di risultato sia pericoloso.

“Cominci a rinunciare a qualcosa e io non sono pronto a rinunciare a niente a nessuno in alcun modo, forma o forma con la squadra in cui mi trovo. Si tratta di cercare di forzare il modo in cui vogliamo giocare un ottimo avversario.”

Il terzino destro Anthony Ralston è disponibile dopo aver saltato la vittoria dello scorso fine settimana contro Ross County in quanto il Celtic torna nella città che ha ospitato la finale di Coppa UEFA del 2003 contro il Porto, quando ha ricevuto un enorme sostegno di viaggio per l’Andalusia.

READ  Chi stava servendo?! Una mossa fatale del portiere dell'Inter. I campioni d'Italia in testa alla Serie A italiana [WIDEO] Pi³ka no¿na

Ha detto: “È chiaro che c’è un significato storico per noi tornare a Siviglia.

“Quando cammini per il Celtic Park, ci sono immagini ovunque di Martin O’Neill o dei nostri fan che si godono il passato quel giorno a Siviglia, e questo ovviamente ha un impatto. Ma ti motiva anche a creare il tuo marchio.

“Questo è quello che continuo a dire a questa squadra: hanno la possibilità di creare i propri momenti nella storia di questo club”.

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *