Il disastro in Afghanistan è il momento della Baia dei Porci di Biden: Panetta

L’ex segretario alla Difesa Leon Panetta ha paragonato la rioccupazione dell’Afghanistan da parte dei talebani al fallimento sostenuto dalla CIA L’invasione della Baia dei Porci da Cuba nei primi anni ’60, aggiungendo che il crollo del governo appoggiato dall’Occidente a Kabul aveva danneggiato la credibilità dell’America.

“Questa è una situazione che si è rapidamente deteriorata, oltre l’immaginazione di chiunque”, ha detto alla CNN Panetta, ex direttore della CIA sotto Barack Obama ed ex capo dello staff della Casa Bianca per Bill Clinton. Nessuno si aspettava quello che è successo. Nessuno si aspettava che i talebani si muovessero così velocemente. Ovviamente avevano una strategia per farlo… e non eravamo consapevoli di quanto velocemente potesse accadere”.

talebani entrato nella capitale afgana domenica, con conseguenti scene di caos in città aeroporto internazionale Coloro che cercano disperatamente di sfuggire alla rinascita del regime fondamentalista islamico elencato sono inondati sperando di farsi strada in un viaggio. Alcuni di loro si sono aggrappati all’esterno agli aerei militari statunitensi in partenza e sono caduti verso la morte mentre l’aereo saliva in cielo.

Fidel Castro parla con i prigionieri dell’invasione della Baia dei Porci allo stadio sportivo dell’Avana, Cuba, 18 aprile 1961.
AP Photo / Miguel Vinas, Prensa Latina, File

Di recente, la scorsa settimana, i funzionari dell’intelligence statunitense sono stati Trapelato ai media Il crollo del governo guidato dal presidente afghano Ashraf Ghani potrebbe arrivare entro 60 o 90 giorni. In effetti, le quattro città più grandi del paese sono cadute nelle mani dei talebani in un periodo di 96 ore, completando un crollo catastrofico poco più di due settimane prima della scadenza ufficiale per le forze di combattimento statunitensi per lasciare il paese.

READ  I famosi risciò automatici a Delhi sono diventati ambulanze COVID-19

Lunedì, Panetta ha ammesso che quando si è trattato della natura precaria delle forze di sicurezza afghane e della forza dell’offensiva dei talebani, i servizi di intelligence statunitensi “hanno sbagliato”.

Hanno perso quello che stava succedendo. Hanno perso il fatto che i talebani si stavano chiaramente preparando per questa strategia. Una volta che gli Stati Uniti hanno ritirato le loro forze, si sono resi conto che potevano trarne vantaggio, e penso che la comunità dell’intelligence lo abbia capito, ma non capivano quanto fossero disposti i talebani a condurre il tipo di campagna che hanno fatto durante il ultimi giorni. Ha aggiunto: hanno catturato 12 capoluoghi di regione in pochi giorni, è irragionevole.

In dichiarazioni dalla Sala Est della Casa Bianca lunedì pomeriggio, Biden dà la maggior parte della colpa Sulla caduta dell’Afghanistan al suo predecessore, l’ex presidente Donald Trump, e ai leader militari e politici afgani. Il presidente ha anche riconosciuto che l’incidente è avvenuto “più velocemente di quanto ci aspettassimo” e ha parlato dello slogan di un altro presidente democratico, Harry Truman, dicendo: “Sono il presidente degli Stati Uniti d’America e la responsabilità è mia”.

“In molti modi, penso a JFK e alla Baia dei Porci, sai?” ha detto Panetta, che è stato intervistato ore prima della dichiarazione di Biden. Si è rapidamente sbrogliato e il capo ha pensato che sarebbe andato tutto bene, ma non era così. Ma il presidente Kennedy si è preso la responsabilità di quello che è successo e consiglio vivamente al presidente Biden di assumersi la responsabilità [and] Ammetti gli errori che hai commesso”.

“Deve chiarire al popolo americano che come comandante in capo, continuerà a proteggere la nostra sicurezza nazionale e che inseguiremo i terroristi ovunque si trovino”, ha aggiunto Panetta. “Deve solo garantire che gli Stati Uniti d’America rimangano un forte leader globale che possa lavorare con i nostri alleati per cercare di proteggere la pace e la prosperità. Questo è il messaggio che deve inviare al popolo americano e al mondo, perché la nostra credibilità ora è in discussione».

READ  Panico come un grattacielo alto 300 metri vacilla in Cina | Cina
I combattenti talebani si trovano in un'auto sul ciglio della strada a Kabul il 16 agosto 2021
I combattenti talebani si trovano in un’auto sul ciglio della strada a Kabul il 16 agosto 2021.
AFP tramite Getty Images

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *