Il Giappone si espande ulteriormente nelle aree di emergenza virale con l’aumento dei casi

Tokyo (AFP) – Il Giappone ha ampliato il suo stato di emergenza per il coronavirus mercoledì per la seconda settimana consecutiva, aggiungendo altre otto prefetture come numero di infezioni alimentate da ceppi variabili delta provenienti dal sistema sanitario del Paese.

Il governo la scorsa settimana ha esteso lo stato di emergenza fino al 12 settembre e ha esteso le aree coperte a 13 prefetture su sei, compresa Tokyo. Con quattro nuove prefetture aggiunte a uno stato separato di “semi-emergenza”, 33 delle 47 prefetture del Giappone sono ora sotto qualche tipo di misure di emergenza.

Otto province sono state trasformate da semi-emergenza a emergenza conclamata. Includono Hokkaido e Miyagi a nord, Aichi e Gifu nel Giappone centrale e Hiroshima e Okayama a ovest.

Lo stato di emergenza in Giappone si basa sull’obbligo per i ristoranti di chiudere alle 20:00 e di non servire alcolici, ma queste misure sono sempre più messe in discussione. Anche le richieste inapplicabili di distanziamento sociale e lavoro a distanza per il pubblico e i datori di lavoro sono in gran parte ignorate a causa del crescente compiacimento.

La capitale giapponese è in stato di emergenza dal 12 luglio, ma da allora i nuovi casi giornalieri sono più che decuplicati, arrivando a circa 5.000 a Tokyo e 25.000 a livello nazionale. I letti d’ospedale si stanno riempiendo rapidamente e molte persone devono ora riprendersi a casa, comprese alcune che hanno bisogno di ossigeno extra.

Più di 35.000 pazienti a Tokyo si stanno riprendendo a casa e circa un terzo di loro non riesce a trovare immediatamente un posto vacante in ospedale o in albergo. Gli esperti affermano che solo una piccola percentuale di ospedali sta ricevendo pazienti con il virus, per motivi finanziari o perché non hanno la capacità di curare l’infezione.

READ  La città di Sicilia manda un presagio di un futuro più caldo

Il Giappone ha resistito all’epidemia meglio di molti altri paesi, con circa 15.600 decessi a livello nazionale dall’inizio, ma gli sforzi di vaccinazione sono rimasti indietro rispetto ad altre nazioni ricche. Circa il 40% della popolazione è stata completamente vaccinata, soprattutto gli anziani.

Il ministro dell’economia e della politica fiscale Yasutoshi Nishimura, che è anche responsabile delle misure COVID-19, ha dichiarato mercoledì che l’infezione si sta diffondendo tra coloro tra i 20 ei 50 anni che sono in gran parte non vaccinati. Li ha esortati a stare più attenti.

“Immagina che potresti essere tu quello con l’infezione domani”, ha detto.

Il dottor Shigeru Omi, capo consigliere medico del governo, ha affermato che l’aumento delle infezioni tra scolari e adolescenti potrebbe accelerare l’aumento quando iniziano a tornare a scuola dopo la pausa estiva. Ha suggerito alle scuole di ridurre l’attività e ha esortato le scuole superiori e le università a tornare alle lezioni online.

“Le infezioni a Tokyo non mostrano segni di rallentamento e le rigide normative mediche continueranno per un po’”, ha detto mercoledì durante una sessione parlamentare.

Il governo ha affrontato critiche per aver organizzato i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo quest’estate, nonostante la forte opposizione del pubblico. I funzionari negano qualsiasi collegamento diretto tra i giochi e l’improvviso aumento del numero di contagi.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *