Il leader israeliano fa la prima visita negli Emirati Arabi Uniti mentre le tensioni in Iran aumentano

Il primo ministro israeliano Naftali Bennett tiene una riunione del gabinetto presso l’ufficio del primo ministro a Gerusalemme, Israele, 5 dicembre 2021. Jill Cohen-Magen/Paul via Reuters

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

  • Il Primo Ministro Bennett incontrerà il governatore de facto dello stato del Golfo
  • L’Iran, vicino degli Emirati Arabi Uniti e nemico di Israele, è in trattative sul nucleare

GERUSALEMME, 12 dicembre (Reuters) – Il primo ministro israeliano Naftali Bennett è volato negli Emirati Arabi Uniti domenica e incontrerà il suo sovrano di fatto nella visita di più alto livello da quando i due paesi hanno stabilito legami formali lo scorso anno.

Prima di decollare da Tel Aviv, Bennett ha detto che lui e il principe ereditario di Abu Dhabi, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, si incontreranno lunedì per discutere i modi per rafforzare la cooperazione e migliorare le relazioni economiche e commerciali.

Non c’è stata alcuna conferma immediata da Abu Dhabi della visita, che arriva in un momento di crescente tensione regionale mentre le potenze mondiali cercano di rilanciare l’accordo nucleare del 2015 con l’Iran. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

Israele ha sfiorato la creazione di difese congiunte con gli stati arabi del Golfo che condividono le sue preoccupazioni sulle attività iraniane. Tuttavia, gli Emirati Arabi Uniti hanno anche contattato l’Iran, inviando lì il suo consigliere per la sicurezza nazionale lunedì scorso per incontrare la sua controparte iraniana e il presidente Ibrahim Raisi. Per saperne di più

Dall’agosto 2020, gli Emirati Arabi Uniti, seguiti da Bahrain, Sudan e Marocco, si sono mossi per normalizzare le relazioni con Israele nell’ambito di un’iniziativa sponsorizzata dagli Stati Uniti chiamata “Accordi di Abrahamo” dal nome del patriarca biblico venerato da ebrei, cristiani e musulmani.

READ  Quando Covid ha colpito, la Cina era pronta a raccontare la sua versione della storia

Il viaggio di Bennett negli Emirati Arabi Uniti è la prima visita di un primo ministro israeliano in uno di questi paesi dopo gli accordi.

“In appena un anno da quando il nostro rapporto si è normalizzato, abbiamo già visto lo straordinario potenziale della partnership israelo-emiratina”, ha detto Bennett.

I palestinesi hanno denunciato il riavvicinamento e la loro diplomazia con Israele è stata sospesa nel 2014.

Wasel Abu Yousef dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina ha detto a Reuters che la visita di Bennett “viola il presunto consenso arabo a sostenere la causa palestinese tra le sfide poste dall’occupazione (israeliana)”.

Un quotidiano israeliano ha riferito domenica che Israele ha rifiutato di vendere le difese missilistiche agli Emirati Arabi Uniti a causa dei suoi legami con l’Iran. Israel Hayom ha affermato che ora potrebbe essere richiesta una revisione della politica, suggerendo che l’approvazione di tali vendite potrebbe aiutare a tenere gli Emirati Arabi Uniti lontani da Teheran.

I funzionari israeliani e degli Emirati non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento per questo rapporto.

Il governo di Bennett dovrebbe decidere questa settimana se approvare un contratto privato tra Israele e Emirati Arabi Uniti per lo scarico del petrolio del Golfo al porto di Eilat sul Mar Rosso. L’accordo è stato impugnato davanti alla Corte Suprema israeliana dagli ambientalisti e osteggiato dal ministro dell’Energia Bennett. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

Segnalazioni aggiuntive di Ramy Ayoub, Ali Sawafta, Nidal Al-Mughrabi e Ghaida Ghantous. Montaggio di Ari Rabinovich, Raisa Kasulowski e Pravin Shar

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Il Messico seppellisce i reperti archeologici a causa dei costi del virus

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *