Il passato oscuro di una donna di Lewis al centro di una famosa serie assassina

Serie Serpente, Su Netflix, racconta la storia di un vero serial killer sospettato di almeno 12 omicidi, e riporta alla notizia la storia dimenticata di Lewisian, che si innamorò di lui che fu suo amico per un breve, ma oscuro periodo.

Vera complice di alcuni, Mary-Andre Leklerk, che era completamente ignara dei crimini commessi da altri, portò con sé i suoi ricordi il 20 aprile 1984, all’età di 38 anni, quando morì di cancro a Hettel-Dew a Lewis.

La serie di episodi di otto ore è stata un vero successo su Netflix.

Nella serie TV con protagonista la regina Vittoria nella produzione omonima del 2019, la solita britannica Jenna Coleman interpreta il ruolo del Quebec, ma non è riuscita a ricreare l’accento.

Snake, Charles Chopra, francese Tahar Rahim (Un profeta, Gibilterra, Mauriziano).

Gli abbonati Netflix sottolineano le somiglianze tra Jenna Coleman (foto a destra) e la vera Mary-Andre Leclerc (foto a sinistra) in questa miniserie.

Foto d’archivio e cortesia

Gli abbonati Netflix sottolineano le somiglianze tra Jenna Coleman (foto a destra) e la vera Mary-Andre Leclerc (foto a sinistra) in questa miniserie.

La storia, tagliata fin dall’inizio per il cinema, inizia nella primavera del 1975 quando Mary-André Leclerc si reca in India con un amico.

Lì incontra Charles Chopra, un mercante di gemme di origine indiana e vietnamita. La segretaria medica lo ama freneticamente.

Ritorna in Quebec, il che non impedisce alla donna neoeletta nel suo cuore di amarla seriamente.

“Mi sono avvicinato alla sua posta. Le scriveva una lettera d’amore ogni giorno. Li ho letti tutti. Inoltre, stava chiamando. Guardando indietro a quel tempo, se vuoi chiamare dall’India, non è una cosa facile “, ricorda l’avvocato penalista Daniel Rock, che sarà coinvolto nella storia un anno dopo.

MMe Leklerk ha dato l’invito del cuore ed è partito per raggiungere Chopra in Thailandia nel luglio dello stesso anno. Quest’ultimo è sempre circondato da altri personaggi maschili e femminili. Si fa chiamare Alain Ka Autier e lei chiama Monique.

A questo punto, una serie di crimini che la stampa chiama omicidi in bikini ha colpito i titoli dei giornali in Thailandia. Anche la produzione televisiva inizia con questi crimini.

Entro la fine di quest’anno seguiremo il movimento di Chopraj e Leklerk in Nepal. Altri omicidi sono stati segnalati poco dopo il loro arrivo, tra cui il trentenne Franco-Manitoban Laurent Armond e la sua amica americana Connie Joe Broncic.

Tornato in Thailandia, Chopra ha notato che era stata avviata un’indagine sugli omicidi in bikini e si è recato in India con Leklerk. Secondo Telegraph India, Leklerk, Chopraj ei tre azoliti incontrarono sessanta turisti francesi nel luglio 1976 al Vikram Hotel di Nuova Delhi, in India.

READ  "Capisci come il VAR ha permesso il gol di Lutario Martinez nell'intervallo contro il Sassuolo"

Con il pretesto di dare loro medicine per la diarrea, Chopraj sta effettivamente cercando di dare loro farmaci per rubarli. Ma i farmaci entrano in vigore prima che i turisti finiscano nelle loro stanze. Il gruppo potrebbe essere possibile.

La polizia si rende subito conto che Chopra ha un passato criminale. È legato alla morte di Jean-Luc Solomon, un francese, avvenuta pochi giorni fa a Nuova Delhi. È morto dopo la droga, la rapina e l’aggressione.

Il gruppo viene arrestato, incarcerato e accusato. Il 28 luglio 1978, Leklerk fu accusato dell’omicidio di Solomon. Mary, le Suore Francescane Missionarie della Comunità Religiosa del Quebec a Nuova Delhi, in attesa di essere processati per l’avvelenamento dei turisti. Chopra è stato condannato a 12 anni di carcere, sette anni per omicidio colposo e cinque anni per aver bevuto turisti.

Tuttavia, le accuse contro i due aumentarono il 17 novembre 1981, quando il turista israeliano Avoni Jacob fu accusato di omicidio. Dopo aver cambiato avvocato, Mary-Andre Leklerk viene condannata all’ergastolo per l’omicidio. Tuttavia, ha presentato ricorso e le cause sono pendenti.

Gli è stato diagnosticato un cancro alle ovaie e gli è stato permesso di tornare in Canada. Il suo ritorno nel paese il 24 luglio 1983 è stato un grande evento mediatico.

Guardando indietro al 2017, Giornale Ha ricordato di aver seguito da vicino tutti i colpi di scena della vicenda.

Leklerk non smetterà di dichiarare la sua innocenza fino a quando non morirà otto mesi dopo. Nelle sue memorie dice anche di non essersi mai innamorato di Chopra, tornerò, Pubblicato nel 1983.

Numerose testimonianze dimostrano che fu complice ufficiale di Chopra durante i crimini.

Secondo le fonti, ha viaggiato con lei, ha usato passaporti falsi e ha persino dato medicine ad alcune delle vittime.

L’angolazione presa in questa serie suggerisce anche che non ci sono dubbi nel suo coinvolgimento. “Abbiamo sentito che è impossibile per lei non sapere (degli omicidi). Non è ovvio. Comunque, mi sono fidato di lui”, ha detto l’avvocato penalista Daniel Rock.

Quando si è trasferito a Nuova Delhi, in India, nel novembre 1976, è stato avvocato solo per due settimane ed è stato consegnato dalla società di assunzione di famiglia.

READ  Alibi Bar & Grill, un nuovo ristorante locale italiano / cajun, arriverà presto nell'ex Saint Street Hotel - Emerging Lafayette

“Presentiamo un personaggio che non è Mary-Andre. C’è una scena in cui si trova in un appartamento. Un uomo e sua moglie si ammalano e chiedono aiuto. Da quello che abbiamo capito, Charles Chopra entra e li uccide entrambi. Ma come si può testimoniare che lei era lì? “, Avverte.

Nadine Gears, una giovane donna francese che era la vicina di casa della coppia in Thailandia, è d’accordo. MMe Gears ha paura di guardare Chopra all’inizio della serie, ma poi lo spia coraggiosamente.

“Sono diventato amico di Mary-Andre. Mi preparava la cena, di solito bistecche e insalata rara. Ero arrabbiato perché era una persona triste e semplice, non la star del cinema che vediamo nello show. Era prigioniera di Charles. Lei è stata prigioniera di Charles. mi ha detto: “Non ho il passaporto. Non ha soldi, mi ucciderà se cerco di andarmene”, ha detto ai media britannici a gennaio. Bicchiere.

Chopraj è scappato dal carcere di Tahir a Nuova Delhi nel 1986. Prese rapidamente il comando e vi rimase fino al 1997.

Nel 2003 è tornato in Nepal. Lì fu arrestato e condannato per omicidio. È ancora trattenuto lì.

L’avvocato del Quebec non ha bei ricordi del suo incontro con Chopra.

“Chopraj è un’incarnazione malvagia. Non è un animale. Gli animali non fanno quello che ha fatto lui. Era un uomo malato, un pazzo. Perché vuoi rendere il mondo infelice? Devi essere molto stressato “, dice.

Il serpente potrebbe aver commesso 24 omicidi, di cui almeno otto, durante la catastrofe con il Quebec.

– Con Diane Tremblay

Cosa ha detto

“Pensavo di impazzire […]. Non credo in niente di tutto questo […]. Stavo piangendo e ho detto a Charles che dovevo andare in Canada. È qui che ho commesso un errore. Da allora sono lì
Pericoloso per lui “

– La sua reazione all’apprendimento Sono stati apprezzati dalla polizia

“Dal momento in cui ho messo piede a Bangkok, mi ha tradito giorno dopo giorno. Ho sempre avuto qualcosa da dire, dannazione, non so che tipo di ragazzo sia … “

Estratti da Leklerk, Mary-Andre: Vittima, avventuriero o assassino?, Jean-Luc Vachan (Les Editions Proto, 1983)

Chi è Charles Chopraj?

  • Il soprannome del serpente
  • Si dice che abbiano avuto luogo tra i 12 ei 24 omicidi
  • Nato il 6 aprile 1944 a Saigon (ora Ho Chi Minh City), Vietnam
  • Nazionalità francese
  • L’omicidio era punibile fino a 12 anni di carcere dal 1978 (Jean-Luc Solomon) E per aver bevuto veleno con l’intento di rapinare un gruppo.
  • È scappato dalla sua prigione indiana nel 1986. Fu catturato e finalmente rilasciato nel 1997.
  • Catturato in Nepal nel 2003
  • Connie è stata condannata all’ergastolo nel 2004 per l’omicidio di Joe Broncic nel 1975.
  • Fran ோ ois-Manitoban Laurent Armond Carrier, un compagno del Bronx, è stato nuovamente condannato nel 2014 per omicidio.
  • È ancora detenuto in Nepal

“Non è un’assassina.”

Mary-Andre Leklerk

Foto d’archivi

Mary-Andre Leklerk

Quando il fratello di Cappuccini Alain Picard era un missionario in India, seguì da vicino le guerre di Mary-André Leklerk.

“So quando Mary-Andre Leclerc era in prigione a Nuova Delhi. Ha preso parte al gioco di Charles Chopra che era un imbroglione. Mary-Andre Leclerc era un uomo molto devoto che lo ha aiutato molto a sviluppare la fiducia nel suo cuore. è vero che è stato imprigionato. Lei non è un’assassina. “Il fratello Picard, 92 anni, ha ricordato gli eventi come sono accaduti ieri, e durante la sua permanenza nella prigione di Tihar, Lewisian ha sviluppato una” grande speranza “di tornare in Quebec per trovare la sua famiglia “Ha detto: ‘Sono innocente’ e gli ha permesso di rimanere cieco. Aveva il controllo su di lei. Non pensava che fosse un bandito.”

“Coraggioso”

In attesa di ulteriori azioni, Mary-André Leklerk, che era già molto malata, non poteva credere di poter finalmente tornare a casa, anche se una volta la giustizia l’aveva autorizzata a tornare in Canada.

“È stata coraggiosa. Fu sollevato di salire sull’aereo e lasciare l’India ”, ha detto il fratello Picard, che lo ha aiutato a lasciare il paese.

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *