Il Pentagono per migliorare gli aeroporti militari a Guam, in Australia, per contrastare la Cina, lasciando così come sono altri siti globali

Il pentagonale Piani per migliorare le principali infrastrutture negli aeroporti militari di Guam e Australia Affrontare Cina nella regione Asia-Pacifico, ma non apporterà grandi modifiche agli altri suoi siti globali.

Questo annuncio è stato fatto nel Global Situation Report 2021 del Pentagono Inserito lunedì. I risultati dello studio, iniziato a marzo sotto la direzione del segretario alla Difesa Lloyd Austin, riflettono la Amministrazione Biden La preoccupazione per la Cina nella regione Asia-Pacifico e la Russia in Europa è aumentata in seguito Ritiro caotico Dall’Afghanistan ad agosto. L’Iran presenta un’ulteriore sfida, anche in Iraq e Siria, che rende difficile distribuire più forze statunitensi in altre parti del mondo.

File: Il Pentagono è visto ad Arlington, Virginia, USA, 9 ottobre 2020.
(Reuters)

Lunedì, i funzionari hanno affermato che, sebbene non siano state apportate modifiche importanti alle posizioni globali delle forze statunitensi, il Pentagono ha affermato che continuerà ad analizzare le esigenze delle forze in Medio Oriente e ad apportare miglioramenti nell’Asia-Pacifico.

Il recente uso da parte della Cina di aerei per il rifornimento di carburante a Taiwan Surti solleva preoccupazione

A settembre, gli Stati Uniti hanno annunciato una nuova partnership con Australia e Gran Bretagna per approfondire la sicurezza, la cooperazione diplomatica e di difesa nella regione Asia-Pacifico. Come parte della partnership AUKUS, l’Australia riceverà sottomarini a propulsione nucleare e gli Stati Uniti aumenteranno il dispiegamento della forza rotante in Australia.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin fa una pausa mentre parla durante un briefing del Pentagono, mercoledì 17 novembre 2021, a Washington.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin fa una pausa mentre parla durante un briefing del Pentagono, mercoledì 17 novembre 2021, a Washington.
(Foto AP/Alex Brandon)

La revisione di Austin è la prima di una serie di ampie valutazioni da parte dell’amministrazione Biden delle sue priorità e politiche di difesa. Il Pentagono sta anche lavorando a una strategia di difesa nazionale rivista che delineerebbe l’intera gamma di politiche di difesa, compreso il ruolo della deterrenza nucleare, le minacce informatiche, le alleanze internazionali e la modernizzazione delle forze.

READ  Castillo ha nominato primo ministro un membro del partito marxista, il che potrebbe spaventare gli investitori

Marines costretti a rimborsare i loro prestiti dopo essere stati inadempienti

Alcuni cambiamenti nello stato delle forze statunitensi sono stati annunciati all’inizio di quest’anno. Ad aprile, Austin ha annunciato l’intenzione di espandere la presenza militare degli Stati Uniti in Germania di 500 soldati e di interrompere la pianificazione dei tagli alle truppe su larga scala ordinati dal presidente Trump.

I marinai assegnati sulla portaerei USS Theodore Roosevelt si spostano pronti per i pasti per i marinai che sono risultati positivi al virus COVID-19 e sono stati trasportati negli hotel locali nel tentativo di imporre il distanziamento sociale nella base navale di Guam.

I marinai assegnati sulla portaerei USS Theodore Roosevelt si spostano pronti per i pasti per i marinai che sono risultati positivi al virus COVID-19 e sono stati trasportati negli hotel locali nel tentativo di imporre il distanziamento sociale nella base navale di Guam.
(US Navy tramite AP)

Al momento dell’annuncio di Austin, i funzionari statunitensi ed europei esprimevano preoccupazione per l’accumulo di forze russe vicino al confine ucraino. Questa crisi si è placata, ma è tornata nelle ultime settimane tra i timori che Mosca possa pianificare un’incursione militare in Ucraina.

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

Austin ha anche concordato all’inizio di quest’anno di ritirare alcune forze di difesa aerea e missilistica dalla regione del Golfo Persico.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *