Il primo Spotify e ora gli Svevi: fino a dodici giorni di attività mobile in Porsche

Prima Spotify, ora Svevi
Fino a dodici giorni di lavoro mobile in Porsche

I modelli di business Porsche sono diventati più flessibili. Anche dopo la pandemia, i dipendenti saranno in grado di svolgere il proprio lavoro da luoghi di loro scelta per quasi due settimane e mezzo di un’intera settimana lavorativa al mese, se non fanno parte dei gruppi esclusi.

Il produttore di auto sportive Porsche sta cambiando drasticamente il suo ambiente di lavoro e offre ai dipendenti maggiori opportunità di lavoro mobile. In futuro, sarà possibile lavorare su un telefono cellulare fino a dodici giorni al mese, ha detto un portavoce della casa automobilistica con sede a Stoccarda. Il consiglio di amministrazione e del lavoro ha raggiunto un accordo di conseguenza, come confermato in un rapporto della Frankfurter Allgemeine Zeitung.

“È importante per noi avere dipendenti molto appassionati”, ha affermato Andreas Hafner, Direttore delle risorse umane di Porsche presso FAZ. “Ogni dipendente può lavorare quando, dove e come vuole – ovviamente sempre nel quadro degli accordi operativi e legali e purché il risultato del lavoro sia corretto. Possono sedersi nella casa di vacanza in Alta Baviera o nel bar accanto porta, non ci interessa davvero. ” Un accordo aziendale che organizza il progetto. Con l’inizio dell’attività mobile, i dipendenti Porsche riceveranno un pacchetto tecnologico, compreso un grande schermo.

Sono escluse la produzione e la fornitura

Porsche ha affermato che alcuni settori, soprattutto nella produzione e nella gastronomia, sono esclusi dal nuovo accordo. “Ma dove possibile, dovrebbe anche essere usato”, ha detto un portavoce. L’accordo è stato concluso il 1 maggio. Almeno fino alla fine di giugno, i dipendenti Porsche avevano comunque lavorato a casa cinque giorni alla settimana, con un’esenzione dovuta alla pandemia.

Di conseguenza, il produttore di auto sportive cambierà anche il mondo dei suoi uffici. Inizialmente, lo spazio per uffici sarà ridotto di circa un quinto. Entro il 2025, Porsche vuole fornire un ufficio classico solo per il 60% degli impiegati e fornire solo posti di lavoro temporanei, ha detto Hafner. Secondo FAZ, l’accordo aziendale attualmente si applica solo a Porsche AG, che ha circa 22.000 dipendenti. Sono ancora in corso trattative per le società controllate, compreso lo stabilimento di Lipsia.

Porsche non è la prima azienda a ripensare i propri modelli di business sulla scia della pandemia Covid19. Spotify, leader di mercato nello streaming musicale, ha annunciato a febbraio che i dipendenti non dovranno necessariamente tornare in ufficio dopo la fine della pandemia di Corona. L’azienda svedese chiama il suo concetto “Work From Anywhere”. Secondo la nuova politica aziendale, i dipendenti di Spotify dovrebbero essere in grado di lavorare in ufficio, a casa o in turni in entrambe le sedi dall’estate. Prendono la decisione con i loro superiori.

Tuttavia, la promozione del lavoro flessibile e mobile non è sempre ben accolta. Le considerazioni recentemente annunciate alla casa automobilistica Opel, anche dopo la fine della pandemia di Corona, sono state accolte con aspre critiche da parte dei sindacalisti per aver consentito ai propri dipendenti di lavorare principalmente nell’ufficio domestico e tagliare gran parte dei posti di lavoro individuali esistenti.

READ  Microlino: piccolissimo ed è davvero un camper

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *