Il programma di vaccinazione COVID-19 del Brasile è a rischio a causa della mancata partecipazione alla seconda dose

Un cittadino riceve una dose del vaccino contro il Coronavirus AstraZeneca (COVID-19), durante la Giornata della vaccinazione per i 57 anni e gli anziani, a Duque de Caxias vicino a Rio de Janeiro, in Brasile, il 21 aprile 2021.REUTERS / Ricardo Moraes / File foto

Il programma di vaccinazione COVID-19 del Brasile è a rischio perché le persone non si sono presentate al secondo colpo, poiché 1,5 milioni di persone hanno perso le date per la dose di follow-up necessaria per aumentare la protezione, secondo il Ministero della Salute.

Gli specialisti dicono che questo è particolarmente allarmante dopo che un recente studio dal mondo reale dal Cile ha scoperto che Sinovac Biotech (SVA.O) Il vaccino COVID-19, che rappresenta circa l’80% del programma brasiliano, è efficace solo per il 16% dopo un singolo colpo.

“Senza le due dosi, non avremo una protezione completa, né una protezione a lungo termine”, ha detto a Reuters Juarez, presidente dell’Associazione brasiliana di immunizzazione. “Abbiamo bisogno che le persone facciano l’intero ciclo”.

A partire da questa settimana, più persone morivano in Brasile a causa del COVID-19 che in qualsiasi parte del mondo, con il presidente Jair Bolsonaro ampiamente criticato per essersi opposto alle misure di blocco e spingere per trattamenti come l’idrossiclorochina che offrono poco o nessun beneficio. L’India ha ormai superato il Brasile con morti quotidiane.

In totale, COVID-19 ha causato più di 380.000 vittime in Brasile, il secondo più alto numero di vittime al mondo dopo gli Stati Uniti.

Il programma di vaccinazione del paese ha anche ripetutamente mancato gli obiettivi a causa della carenza di dosi causata dalla consegna ritardata di principi attivi dalla Cina e dall’India.

READ  Nell'Ucraina orientale, crescono le preoccupazioni per il nuovo gioco di potere russo

Ora, le persone che non si presentano per la seconda dose è un’ulteriore preoccupazione.

Gli specialisti e le autorità coinvolte nella campagna hanno affermato che la bassa affluenza alle urne sembrava essere dovuta alla scarsa comunicazione, con le persone che non si rendevano conto dell’importanza del secondo colpo o semplicemente dimenticavano quando avrebbero dovuto andare.

In alcuni casi, hanno detto, le persone potrebbero essere state scoraggiate da una forte reazione alla prima dose, che spesso può causare febbri a breve termine e dolori muscolari. Ci sono state anche lunghe code in alcuni siti di vaccinazione, che potrebbero minare i gruppi prioritari esposti a COVID-19.

In risposta a una richiesta di commento, il Ministero della Salute ha detto che stava preparando una campagna mediatica nazionale per sensibilizzare sull’importanza di ottenere il secondo colpo. Non ha commentato perché così tante persone non sono venute a completare il loro corso di vaccinazione.

Il ministero ha detto in precedenza che i problemi non erano dovuti alla mancanza di iniezioni, con le seconde dosi posticipate per garantire che fossero disponibili in tempo.

Ma con molte delle seconde dosi rimanenti e con la promessa di consegne future, il ministero ha cambiato le sue linee guida il mese scorso per consentire a tutte le dosi di essere rilasciate come prime dosi.

Questo è in piedi Un netto contrasto con il CilePoiché la strategia di vaccinazione si è spostata sulla priorità delle seconde dosi rispetto all’ottenimento di una dose iniziale per un numero maggiore di persone.

La più grande economia del Sud America ha una storia orgogliosa di campagne di vaccinazione di successo e i sondaggi hanno dimostrato che la stragrande maggioranza dei brasiliani desidera farli vaccinare. Ma gli scienziati temono che il messaggio relativo ai secondi scatti non venga mostrato.

READ  La Russia dice che sta ponendo fine ai rinforzi militari al confine ucraino

Ha detto Cristina Bonorino, membro del comitato scientifico della Società brasiliana di immunologia.

Lo studio in Cile, che ha analizzato l’efficacia del vaccino tra 10,5 milioni di persone, ha rilevato che l’efficacia nella protezione contro le malattie sintomatiche è aumentata dal 16% al 67%. Con il secondo colpo Sinovac. AstraZeneca (AZN.L) Al contrario, il vaccino, che consiste nel resto delle vaccinazioni in Brasile, è efficace al 76% due settimane dopo il primo colpo.

“Se una persona non riceve la seconda dose, non c’è assolutamente alcuna garanzia che la vaccinazione funzioni”, ha detto Bonorino.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *