Il punto di svolta sta arrivando: ecco perché la Fed sta diventando meno rilassata

La svolta sta arrivando
Questo è il motivo per cui la Federal Reserve statunitense sta diventando meno rilassata

La Federal Reserve degli Stati Uniti pompa 120 miliardi di dollari nel mercato finanziario ogni mese. Ma ora è imminente un ridimensionamento del programma di crisi. Il presidente della Fed Powell cambierà le cose in serata.

È lontano. Dopo i massicci programmi di aiuti nella crisi del Corona, la Federal Reserve statunitense vuole iniziare a inasprire la sua politica monetaria molto espansiva. Con un’inflazione relativamente alta e una solida crescita economica, è probabilmente giunto il momento: sarebbe sorprendente se il presidente della Fed Jerome Powell non annunciasse dopo la riunione sui tassi di interesse di oggi che avrebbe iniziato a uscire da una politica monetaria molto espansiva.

Il primo passo sarà probabilmente quello di frenare gli acquisti di obbligazioni. La domanda non è se sarà ridotto, ma a quale velocità. La Fed attualmente acquista $ 120 miliardi di obbligazioni al mese. Il programma mira a migliorare la liquidità dei mercati finanziari ea facilitare l’erogazione di credito a famiglie e imprese. Powell ha ottenuto un ampio consenso tra i governatori delle banche centrali su un piano per eliminare gradualmente il programma di stimolo alla pandemia entro il prossimo giugno e ridurre gli acquisti di 15 miliardi di dollari al mese.

Questo processo di chiusura degli acquisti di obbligazioni, noto in gergo tecnico come tapering, rappresenta un cambiamento nella politica monetaria, che ha già alimentato le speculazioni sui mercati finanziari su un rialzo dei tassi il prossimo anno. Per quanto riguarda la decisione odierna, una cosa è certa: il key rate, che si colloca in un range molto basso compreso tra lo 0,0 e lo 0,25 per cento, non verrà ancora toccato.

“La Fed cercherà di non alimentare ulteriormente questo dibattito”, afferma Joerg Kramer, capo economista di Commerzbank. Powell ha recentemente indicato la strada: è ora di tagliare gli acquisti di obbligazioni, ma non di aumentare i tassi di interesse. Sarebbe prematuro. Tuttavia, il rapido aumento dell’inflazione aumenta la pressione sulla Federal Reserve. A settembre, il tasso di inflazione è salito al 5,4 percento, ben al di sopra dell’obiettivo del 2 percento della Fed.

Ripresa nel mercato del lavoro

I continui problemi di offerta nel commercio globale ora indicano sempre più che un’inflazione significativamente elevata non è – come inizialmente ipotizzato dalla Federal Reserve – un fenomeno temporaneo in tempi relativamente brevi. Powell stesso lo ha ammesso alla fine di ottobre. Il capo della banca centrale ha affermato che i colli di bottiglia globali nella catena di approvvigionamento, che avrebbero portato a un aumento dell’inflazione, “probabilmente continueranno più a lungo del previsto, forse anche il prossimo anno”.

Il design del taper riflette già un nuovo programma che può essere attribuito alla maggiore turbolenza sullo sviluppo dell’inflazione. All’inizio di quest’anno, la Fed ha dato agli investitori l’impressione che avrebbe tagliato gli acquisti di obbligazioni intorno a gennaio e che potrebbe volerci quasi un anno prima della fine di tale processo.

Ma ora deve andare più veloce. La banca centrale ha compiuto progressi significativi nel mercato del lavoro come prerequisito per ridurre i suoi aiuti alla crisi. La ripresa del mercato del lavoro statunitense si è leggermente bloccata a settembre poiché gli aumenti di posti di lavoro sono stati relativamente bassi a 194.000. Ma già a ottobre, il minimo avrebbe potuto essere 425.000 nuovi posti di lavoro – almeno questo è il consenso delle aspettative degli economisti per il rapporto sul mercato del lavoro che Verrà presentato venerdì.

Il tasso di disoccupazione è sceso al 4,8 per cento a settembre, ma non è migliorato così rapidamente come sperava il governo. Nel frattempo, i datori di lavoro di molti settori si stanno già lamentando della mancanza di candidati. Prima della pandemia, il tasso di disoccupazione era del 3,5%, il livello più basso da decenni. Quindi l’economia statunitense si è ripresa bene dalla crisi. Il fatto che la crescita nei mesi estivi abbia chiaramente perso slancio a causa dei colli di bottiglia nel settore e del numero crescente di casi di COVID-19 non cambia la situazione.

Aumento dei tassi di interesse in futuro

“Il ritmo più lento dell’economia statunitense non dovrebbe impedire alla banca centrale statunitense di far scadere il suo programma di acquisto di obbligazioni”, afferma l’economista di LBBW Dirk Clinch. Il minor numero di casi di coronavirus dovrebbe aiutare a garantire che la crescita sia di nuovo un po’ più alta nel quarto trimestre.

Thomas Getzel, capo economista della VP Bank in Liechtenstein, ritiene imminente un’inversione della politica monetaria. La linea del super-allargamento semplicemente non è più necessaria come risposta alla pandemia e alle sue conseguenze economiche. Getzel osserva che la Fed ha raddoppiato le sue partecipazioni in obbligazioni sulla scia della politica di crisi di Corona: le sue disponibilità di titoli ora ammontano a circa $ 8 trilioni.

Nel frattempo, i mercati obbligazionari statunitensi stanno riflettendo le aspettative per un rialzo dei tassi della Federal Reserve il prossimo anno. La scorsa settimana, la probabilità di aumentare i tassi di interesse almeno due volte è salita al 75% entro la fine del 2022. Alla fine della riunione della Fed del mese scorso, la probabilità era ancora intorno al 20%.

Powell non è riuscito a confermare queste aspettative solo venerdì, il che significa che la Federal Reserve ha alzato i tassi di interesse per la prima volta a settembre. Ma nemmeno li contraddisse.

READ  'Comunque, intestino': Regina Blandon risponde agli attacchi per aver difeso i bambini transgender

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *