Il Regno Unito Johnson ha deciso di annunciare il ritardo nella fine delle restrizioni COVID

Il primo ministro britannico Boris Johnson dovrebbe annunciare lunedì che la fine delle restrizioni COVID-19 sarà ritardata a causa della preoccupazione per il rapido aumento delle infezioni variabili delta del coronavirus.

Secondo una tabella di marcia elaborata da Johnson lo scorso febbraio, il governo ha indicato che tutte le restrizioni sociali imposte per controllare la diffusione della malattia sarebbero state revocate “entro il 21 giugno”, quando bar, club e altri luoghi di ospitalità potranno riaprire completamente.

Ma, nelle ultime settimane, c’è stata di nuovo una rapida crescita del numero di nuovi casi causati dalla variante delta, rilevata per la prima volta in India, che i funzionari sanitari ritengono sia il 60% più trasmissibile rispetto al precedente ceppo dominante e gli scienziati avvertono di un terzo ondata di contagi…

Johnson ha rifiutato di negare i suggerimenti dei media britannici secondo cui la fine del blocco sarebbe stata ritardata fino a un mese, dicendo che negli ultimi giorni c’era stato “Grande preoccupazione” per l’aumento dei contagi e dei ricoveri.

“Stiamo continuando a esaminare i dati e non è stata presa alcuna decisione finale e il momento è giusto per informare tutti su ciò che faremo … 21 giugno domani”, ha detto Johnson ai giornalisti in chiusura. Domenica il vertice dei leader del G7.

Questo è il momento in cui rilasceremo il pacchetto completo di informazioni in modo che tutti possano vederlo insieme. “

Domenica, la Gran Bretagna ha registrato 7.490 nuovi casi di Covid-19 e otto decessi, con il numero di nuove infezioni in aumento di circa il 50% tra il 7 e il 13 giugno rispetto alla settimana precedente. Il numero dei ricoveri è aumentato del 15% tra il 2 e l’8 giugno rispetto ai sette giorni precedenti.

READ  L'India ha il più alto aumento di un giorno al mondo di casi di COVID con 300.000 infezioni

Il governo ha sottolineato che qualsiasi allentamento delle restrizioni sarà irreversibile, il che significa che agirà sempre con cautela.

Questa esitazione arriva anche se la Gran Bretagna ha uno dei dispiegamenti più veloci di vaccini COVID al mondo, con oltre 41 milioni di persone che ricevono il primo vaccino. Circa 30 milioni ricevono entrambe le dosi, circa il 56% della popolazione adulta.

Il ministro degli Esteri Dominic Raab ha affermato che la questione critica sono i dati sul rapporto tra trasmissione del virus e ricovero.

“Sappiamo di aver fatto molti progressi e abbiamo indebolito il legame tra trasmissione … e ricovero in ospedale e, naturalmente, coloro che sono più gravemente malati”, ha detto domenica alla BBC. La domanda è se l’abbiamo tagliata e rotta.

I capi dell’ospitalità hanno affermato che dovrebbe esserci più sostegno del governo per le aziende per tenerle a galla se vengono mantenute le restrizioni di blocco.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *