Il telescopio spaziale James Webb decolla dopo un “incidente”

Il telescopio spaziale James Webb è stato rinviato dal 18 al 22 dicembre dopo un “incidente” durante i preparativi nella Guyana francese, che ha richiesto ulteriori test per verificare che non fosse danneggiato, ha affermato la società. Lunedì la NASA. I tecnici si stavano preparando a connettere Webb con lancio dell’adattatore per autoutilizzato per inserire l’osservatorio nello stadio superiore di un razzo Ariane 5″, ha scritto l’agenzia spaziale statunitense.

Fascetta stringitubo: tiene Webb all’interno lancio dell’adattatore per auto – È stato lanciato improvvisamente inaspettatamente, causando una vibrazione attraverso l’osservatorio”, ha spiegato la NASA. “Alla fine della settimana, sono necessari ulteriori test per informare specificamente il pubblico non appena vengono effettuati questi controlli”, ha spiegato la NASA. È certo che l’incidente non ha danneggiato nessuno dei componenti”.

Dovrebbe essere posizionato a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra

Il telescopio, che astronomi e astrofisici attendono con impazienza in tutto il mondo, è un gioiello di ingegneria altamente complesso. Ad esempio, il suo specchio molto grande è composto da 18 specchi esagonali più piccoli, che devono aprirsi in orbita durante una sequenza pericolosa, allineandosi perfettamente per effettuare le sue osservazioni. Il telescopio si trova attualmente a Kourou, nella Guyana francese, dove sono in corso i preparativi sotto la responsabilità di Arianespace. È stato portato lì dalla California dopo una crociera di 16 giorni.

READ  Animal Crossing: New Horizons - Tutte le informazioni dal nuovo Nintendo Direct

JWST è stato introdotto come successore del telescopio Hubble, lanciato nel 1990, costruito negli Stati Uniti sotto la supervisione della NASA e dotato di strumenti dell’Agenzia spaziale europea (ESA) e dell’Agenzia spaziale canadese (CSA). Deve esplorare con una precisione senza pari tutte le fasi dell’universo, fino alle prime ere dell’universo e alla formazione delle prime galassie. Verrà posto in orbita intorno al Sole, a 1,5 milioni di km dalla Terra, lontano dai confini del fratello maggiore Hubble, che opera a 600 km di altitudine dal 1990.

You May Also Like

About the Author: Dario Calabresi

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *