Il tifone Rai aumentò rapidamente di forza mentre si avvicinava alle Filippine

Attualmente Ray ha venti sostenuti di 215 km/h (130 mph), che lo rendono l’equivalente di un uragano di categoria 4 sulla scala del vento degli uragani Saffir-Simpson.

Le condizioni favorevoli in tutta la regione, comprese le acque oceaniche estremamente calde e la mancanza di venti bassi, hanno rafforzato la tempesta da tempesta tropicale a uragano potenzialmente catastrofico nelle ultime 24 ore.

Sono previsti ulteriori rinforzi e le previsioni attuali del Joint Typhoon Warning Center prevedono che Ray raggiunga i 260 chilometri all’ora (160 mph) al momento dell’atterraggio. Ciò renderebbe Ray l’equivalente di un uragano di categoria 5 o di un super uragano.

Nelle Filippine, la tempesta è conosciuta come Odette ed è monitorata localmente dalla Philippine Atmospheric, Geophysical and Astronomical Services Administration (PAGASA).

I raggi esterni della tempesta hanno già iniziato a diffondere pioggia nelle regioni meridionali e centrali del Paese e le condizioni peggioreranno rapidamente nelle prossime ore.

È già giovedì nelle Filippine e da giovedì mattina a venerdì mattina si prevede che la pioggia sarà “da forte a forte ea volte pesante”, ha detto PAGASA nel suo bollettino delle previsioni giovedì mattina presto.

Più di 250 mm (10 pollici) di pioggia cadranno su parti di Mindanao e Visayas. Si prevede che le forti piogge provocheranno inondazioni diffuse, inondazioni improvvise e frane a quote più elevate.

PAGASA è già uscito Segnale di avvertimento ciclone tropicale 3 Venti forti nelle parti meridionali delle Visayas e del Mindanao settentrionale. Mentre la tempesta si avvicina alla terra, giovedì pomeriggio a livello locale, PAGASA potrebbe aumentare il segnale di allarme a 4 o addirittura 5, al di sopra della loro carta.

Oltre a forti venti, inondazioni e smottamenti, le aree costiere saranno in allerta con tempeste da tre a quattro metri di altezza e le navi da carico dovranno affrontare mari estremamente difficili per i prossimi giorni.

READ  Coronavirus USA: la variante Omicron solleva preoccupazioni durante le festività natalizie, ma non fatevi prendere dal panico, dicono gli esperti

I temporali di dicembre non sono rari

Nel Pacifico occidentale non esiste una “stagione” definita per i sistemi tropicali come in altri bacini come il Nord Atlantico (1 giugno – 30 novembre). Mentre l’attività raggiunge i picchi tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, i temporali possono verificarsi in qualsiasi mese dell’anno.

Le Filippine non sono estranee alle catastrofiche tempeste di dicembre. Negli ultimi dieci anni, la regione è stata colpita da diverse tempeste gravi e mortali.

Nel 2011, Tempesta tropicale Washi Più di 1.000 persone sono state uccise nelle Filippine meridionali e non hanno mai raggiunto lo status di tifone. La tempesta è stata relativamente debole, ma ha scaricato enormi quantità di pioggia, distruggendola Alluvioni e frane Durante le ore notturne mentre la gente dormiva.
Appena un anno dopo, nel dicembre 2012, Bopha ha colpito anche le Filippine meridionali regione di Mindanao. Bopha era molto più forte di Washi, colpendo l’area come un super ciclone e Ha ucciso più di 1000 persone.
Anche le Filippine sono state colpite da potenti e micidiali tifoni nel dicembre 2014 (Hagupet) e 2016, quando Tifone Notturno Colpisci il giorno di Natale.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *