Il tracciamento continua mentre il bilancio delle vittime sale a 90

Berlino (AFP) – Il bilancio delle vittime delle devastanti inondazioni in alcune parti della Germania occidentale e del Belgio è salito a più di 90 venerdì, mentre sono proseguite le ricerche di centinaia di persone ancora disperse.

Le autorità dello stato tedesco della Renania-Palatinato hanno affermato che lì sono morte 50 persone, tra cui almeno nove residenti in una casa di cura per persone con disabilità.

Nel vicino stato del Nord Reno-Westfalia, i funzionari hanno stimato il bilancio delle vittime a 30, ma hanno avvertito che il numero potrebbe aumentare ulteriormente. Circa 1.300 persone sono ancora disperse, anche se le autorità hanno affermato che gli sforzi per contattarle potrebbero essere ostacolati da strade dissestate e collegamenti telefonici.

In un bilancio provvisorio, il bilancio delle vittime belghe è salito a 12, con 5 persone ancora disperse, hanno riferito le autorità locali e i media all’inizio di venerdì.

Le inondazioni improvvise di questa settimana sono arrivate sulla scia di giorni di pioggia torrenziale che hanno trasformato ruscelli e strade in torrenti impetuosi che hanno spazzato via le auto e causato il crollo delle case in tutta l’area.

Il cancelliere Angela Merkel e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden hanno espresso il loro dolore per la perdita della vita durante una conferenza stampa alla Casa Bianca giovedì scorso.

Il leader tedesco di lunga data, che era in viaggio d’addio a Washington, ha detto di temere che “la piena portata di questa tragedia verrà alla luce nei prossimi giorni”.

Le squadre di soccorso si sono affrettate venerdì per aiutare le persone intrappolate nelle loro case nella città di Irwistadt, a sud-ovest di Colonia, dove diverse case erano a rischio di crollo dopo che le acque alluvionali hanno esposto le loro fondamenta.

READ  Gli Stati Uniti e la Cina sono severi sul commercio dopo un altro incontro ad alto livello, ma dicono di voler continuare a parlare

Tre persone sono state salvate dal fiume Worm nella contea di Heinsburg giovedì scorso.

Il governatore della Renania settentrionale-Vestfalia, Armin Laschet, ha convocato venerdì una riunione d’emergenza del gabinetto. La gestione del disastro dell’alluvione da parte del 60enne è ampiamente vista come una prova delle sue ambizioni di succedere alla Merkel come cancelliere alle elezioni nazionali tedesche del 26 settembre.

L’esercito tedesco ha schierato 900 soldati per assistere negli sforzi di salvataggio e sdoganamento.

Migliaia di persone rimangono senza casa dopo che le loro case sono state distrutte o ritenute in pericolo dalle autorità, compresi diversi villaggi intorno al bacino idrico di Steinbach che secondo gli esperti potrebbero crollare sotto il peso delle inondazioni.

Oltre il confine in Belgio, la maggior parte dei naufraghi è stata trovata intorno a Liegi, dove le piogge sono state più intense. Il cielo era in gran parte coperto nel Belgio orientale, con la speranza che crescesse che il peggio del disastro fosse passato.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *