Incendio al Parlamento sudafricano: crolla il tetto, danni ingenti in tutto il complesso

Le immagini della scena mostravano le fiamme che si alzavano dalla sommità di un edificio, inviando pennacchi di denso fumo nero nel cielo sopra il palazzo del parlamento e nelle strade adiacenti.

Decine di vigili del fuoco sul posto stavano combattendo l’incendio scoppiato domenica mattina e non è stato sotto controllo fino al pomeriggio. Non ci sono state notizie di feriti o morti.

“L’intero complesso del Parlamento è stato gravemente danneggiato, allagato e danneggiato dal fumo”, ha detto JP Smith, membro del comitato del sindaco di Città del Capo responsabile per la sicurezza, in una conferenza stampa in Parlamento.

“Il tetto sopra la vecchia sala riunioni è completamente andato e gli uffici adiacenti hanno distrutto la palestra”, ha detto Smith. “La sala dell’Assemblea Nazionale dietro di me, che potete vedere, è andata in frantumi, il tetto strutturale è crollato e la squadra dei vigili del fuoco ha dovuto essere momentaneamente ritirata”.

Il fumo sale da entrambe le camere del Parlamento.

Il Complesso Parlamentare, parte del quale risale al 1884, è costituito da un insieme di edifici. L’Assemblea Nazionale, o Camera bassa del Parlamento, si trova in quella che è conosciuta come la Nuova Ala. Il Senato, o Consiglio nazionale delle province, ha sede in quella che viene chiamata la vecchia ala o vecchia assemblea, utilizzata anche per le riunioni dei comitati.

Il parlamento sudafricano ha affermato che l’incendio era contenuto nella vecchia ala del complesso, ma stava ancora bruciando nella nuova ala.

L’incendio è divampato nell’area degli uffici del complesso prima di estendersi alle sale dell’Assemblea nazionale. Smith ha detto che i vigili del fuoco sono arrivati ​​sulla scena dopo le 6 del mattino e hanno avuto qualche difficoltà ad arrivarci a causa delle caratteristiche di sicurezza dell’edificio.

READ  Con lo scoppio del delta variabile, i focolai stanno tornando in molte parti del mondo

Smith ha anche affermato che il sistema di allarme antincendio sembrava non funzionare correttamente, perché i vigili del fuoco erano sul posto prima che il sistema suonasse l’allarme.

Spostamento di una caserma dei pompieri sopraelevata vicino al tetto dell'edificio dell'Assemblea nazionale nel Complesso parlamentare.

“L’elettricità nel complesso non è stata interrotta quando è scoppiato l’incendio. Ciò ha creato una situazione molto pericolosa e l’alimentazione dell’intero complesso ha dovuto essere interrotta. Ci è voluto molto tempo per accendere il rilevatore di incendio, e quindi l’incendio bruciava da un po’”, ha aggiunto.

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha affermato che il sistema di irrigazione “non ha funzionato come avrebbe dovuto” e che le autorità hanno interrogato una persona in relazione all’incendio.

L’incendio è divampato poche ore dopo il funerale dell’eroe anti-apartheid Desmond Tutu nella cattedrale di San Giorgio a Cape Town, vicino al Parlamento.

Ramaphosa ha detto che Toto “avrebbe potuto essere distrutto anche da [parliament] È un luogo che non solo ha sostenuto, pregato e voluto vedere come un deposito della democrazia per cui ha lavorato così duramente”.

In precedenza, il ministro dei Lavori pubblici e delle Infrastrutture Patricia De Lille ha dichiarato in una conferenza stampa fuori dal Parlamento che non ci sono state segnalazioni di feriti.

“Questo è un giorno molto triste per la nostra democrazia perché il Parlamento è la casa della nostra democrazia e il Parlamento è anche un punto strategico chiave”, ha affermato de Lille.

Smith ha affermato che l’incendio di domenica è stato più grave di un altro incendio scoppiato in Parlamento nel marzo 2021. Nell’incidente di marzo, è scoppiato un incendio nella Vecchia Assemblea e nessuno è rimasto ferito.

READ  Il massimo diplomatico pakistano fa osservazioni antisemite durante un'intervista alla CNN sul conflitto di Gaza

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *