Incidente nell’impianto nucleare iraniano di Natanz dopo l’attivazione di una centrifuga

Behrouz Kamalondi, portavoce dell’Organizzazione iraniana per l’energia atomica, ha dichiarato domenica all’agenzia di stampa iraniana Fars che domenica mattina si è verificato un “incidente” nella rete di distribuzione dell’elettricità presso l’impianto nucleare iraniano di Natanz.

Kamalondi ha affermato che l’incidente non ha provocato feriti o inquinamento, aggiungendo che la causa dell’incidente è sotto inchiesta e ulteriori informazioni verranno annunciate in un secondo momento. -6 e centrifughe IR-5 a Natanz.
L’incidente riportato arriva meno di un mese dopo che l’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha annunciato che l’Iran lo aveva fatto Ri-fertilizzazione Presso la struttura di Natanz, meno di un anno dopo che i rapporti esteri hanno accusato Israele di un presunto attacco alla struttura che, secondo quanto riferito, avrebbe gravemente colpito il programma nucleare iraniano. Nel presunto attacco dell’anno scorso, i rapporti iraniani originariamente si riferivano all’esplosione come un “incidente” senza fornire ulteriori dettagli.

“La sala dell’assemblea della centrifuga è stata fatta saltare in aria dal nemico alcuni mesi fa, ma non ci siamo fermati e abbiamo temporaneamente allestito la sala che ha sostituito la sala perduta”, ha detto Ali Akbar Salehi, capo dell’ufficio delle centrifughe. Salehi non ha specificato quale “nemico” ci fosse dietro l’attacco dello scorso anno.

Salehi ha aggiunto che l’Iran sta lavorando per spostare le strutture sensibili nel sottosuolo di Natanz, sperando che le nuove sale sotterranee siano pronte l’anno prossimo.

Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin dovrebbe arrivare in Israele domenica per discutere del programma nucleare iraniano e dell’attività iraniana nella regione, tra le altre questioni, con i funzionari israeliani. Questa sarà la prima visita di un alto funzionario dell’amministrazione Biden in Israele.

READ  Il principe William salta la festa BAFTA dopo la morte del principe Filippo

Israele ha interrotto il programma nucleare iraniano in passato, compreso l’attacco informatico Stuxnet scoperto nel 2010, che ha preso di mira le centrifughe nucleari iraniane ed è stato incolpato di Israele e degli Stati Uniti.

L’incidente arriva anche mentre aumentano le tensioni tra Israele e Iran a causa di una serie di attacchi a navi militari iraniane e israeliane, con rapporti recenti che affermano che Israele ha colpito dozzine di navi iraniane negli ultimi anni.

Martedì, un portavoce militare iraniano ha incolpato Israele e gli Stati Uniti per aver causato un’esplosione nel Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche. Nave Saviz In Mar Rosso, in una dichiarazione all’agenzia di stampa Sputnik giovedì.

“Gli Stati Uniti hanno indubbiamente una mano in tutti i tentativi di minare e danneggiare l’Iran”, ha detto il portavoce, aggiungendo che l’Iran non accusa nessuno degli stati del Golfo di essere coinvolto nell’incidente.

Il rapporto arriva anche mentre l’Iran sta incontrando funzionari europei e americani per discutere la possibilità di tornare al Piano d’azione globale congiunto, il nome ufficiale dell’accordo nucleare del 2015 firmato tra la Repubblica islamica e le potenze mondiali.

Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha avvertito più volte la scorsa settimana che Israele si difenderà dalle minacce iraniane, sottolineando che Israele lavorerà per combattere le ambizioni nucleari dell’Iran.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *