Indians vs. Blacks: Sentinel Murder si trasforma in una città in Sudafrica

Più tardi, la famiglia ha iniziato a visualizzare foto e video dei loro corpi, insanguinati e apparentemente senza vita, sui social media.

Un proprietario di casa indiano a Phoenix, che ha parlato in modo anonimo per paura di rappresaglie, ha detto di aver visto i due uomini per strada, molto tempo dopo l’attacco. Erano ancora vivi.

Ha detto di aver fermato due auto della polizia, entrambe fermate brevemente prima di accelerare. Ha detto che una terza macchina della polizia si è fermata, ha chiamato un’ambulanza e ha aspettato che arrivasse prima di partire.

Il residente ha detto che un’ambulanza della compagnia privata ha curato gli uomini solo per un breve periodo prima di lasciarli vivi sul ciglio della strada. Il giorno dopo venne il carro dei cadaveri a prenderli. I familiari hanno detto che i loro corpi sono stati bruciati.

Un parente, Thulani Dube, ha detto che non meritavano di essere uccisi, anche se venivano saccheggiati.

Al funerale dei cugini, in una tenda in un vasto campo di erba bruna dietro una casa di famiglia a Kuamacho, i propri cari piangevano e stanchi, ma pensavano anche ai tempi luminosi: Mlondi, un 28enne padre di due figli, aveva ha appena festeggiato il suo primo anniversario di matrimonio. Delaney, 41 anni, insegnante di danza che fa jogging in giro per il mondo, si stava preparando per un viaggio in Russia.

Tuttavia, hanno faticato a capire cosa fosse successo e cosa significasse per il loro paese.

“Non riesco a dormire, pensando a quello che ho visto all’interno dell’obitorio”, ha detto il signor Dube, che è andato a identificare i loro corpi. “A volte, l’odore mi riempie il naso.”

READ  In lettere trapelate, Boris Johnson ha definito il suo ministro della salute "senza speranza"

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *