Infineon ha aperto un impianto di semiconduttori a Villach

A Villach è stata aperta una fabbrica di chip, il centro di efficienza del Gruppo Infineon per i semiconduttori di potenza e l’elettronica di potenza. L’azienda con sede a Monaco di Baviera ha investito 1,6 miliardi di euro a Villach.

La decisione di costruire l’impianto è stata presa nel 2018, prima dell’attuale crisi dei chip. Attualmente c’è una carenza di semiconduttori a livello internazionale. Ci sono ritardi nella produzione e problemi di consegna, e le fabbriche di automobili in particolare devono chiudere le loro linee di produzione. “I clienti ci stanno strappando le chips dalle mani e il tempismo è perfetto”, ha detto ieri il membro del consiglio di amministrazione di Infineon Jochen Hannebeck in una conferenza stampa a Villach.

  • Video: Nuova fabbrica di chip Infineon aperta a Villach

La maggior parte del tempo di costruzione si è svolta durante la pandemia di Corona. Molti ostacoli dovevano essere superati, come le restrizioni di viaggio. Tuttavia, i lavori sono terminati tre mesi prima del previsto, ha affermato Herlichka, presidente di Infineon Austria. La produzione è iniziata nella nuova fabbrica di chip. I primi prodotti spediti questa settimana. Ora gradualmente più macchine sono in funzione nella camera bianca. Quando il nuovo impianto sarà completamente operativo, si prevede che genererà un fatturato aggiuntivo di 2 miliardi di euro all’anno. In origine erano previsti 1,8 miliardi di euro all’anno. Nell’anno fiscale 2020, Infineon Technologies Austria ha generato un fatturato di 3,1 miliardi di euro con 4.500 dipendenti.

Dove abbiamo bisogno di chip?

I semiconduttori prodotti a Villach sono utilizzati, tra l’altro, in auto elettriche, data center, energia solare ed eolica. I trucioli sono prodotti su trucioli spessi 300 millimetri, che sono 40 micrometri più sottili di un capello umano. Utilizzando i moderni semiconduttori, ad esempio, il consumo energetico dei frigoriferi può essere ridotto del 40% e il consumo dell’illuminazione del 25%.

READ  Video di Audrey Lamy: questi sono i trucchi che faceva sua sorella Alexandra Lamy quando era piccola

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *